Oggi è il 17/11/2017, 21:14



Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
 USB AGAIN 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: 05/09/2017, 13:22
Messaggi: 38
Rispondi citando
Messaggio USB AGAIN
Riprendo una discussione iniziata con Tom in uno pseudo gruppo fb di pseudo "esegeti della riproduzione".
Uno dei limiti della connessione USB sarebbe (condizionale d'obbligo) la necessità di alimentare l'apparecchio ricevente (dac) per il tramite del trasmettitore (PC).
L'alimentazione implementata dal PC infatti soffrirebbe di vari disturbi che si andrebbero a ripercuotere sulla riproduzione.
Uno dei metodi per eliminare detti problemi è quello di separare l'alimentazione in ingresso non prelevandola dal pc ma da un alimentatore dedicato virtualmente privo di disturbi come potrebbe essere una batteria.
Tuttavia mi è stato fatto notare che accade che alcuni dac in realtà non necessitano di alimentazione esterna per la usb ma che ne sono già dotati, in questo caso la corrente che arrivasse dal pc o dallalimentatore separato che tipo di interferenze o danni vari potrebbe causare su dispositivi già alimentati?
Spero di non essermi impastato da solo con le parole.


10/11/2017, 15:28
Profilo
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2016, 13:37
Messaggi: 1943
Località: Agrigento
Rispondi citando
Messaggio Re: USB AGAIN
È un operazione che può dare i suoi frutti, quella di "asservire" una 5volt esterna se il dac riceve l'alimentazione dal pc.
Può dare i suoi frutti in quei casi in cui l'isolamento galvanico risulta migliorabile.
I due conduttori che portano la tensione si troncherebbero e si porterebbero fuori dal cavo.
Si potrà utilizzare un alimentatore esterno a basso ripple.
C'è soltanto un piccolo problema, bisognerà anche troncare la calza di schermo poiché questa trasporta disturbi tramite i piani di massa.
Non tutti i dac funzionano, o meglio vengono riconosciuti quando viene a mancare la calza, per cui sarebbe (prima di avventurarsi) consigliabile una prova preliminare affinché ci si possa assicurare della compatibilità.
Basta procurarsi un cavo usb e troncare la calza che funge da schermo, quindi collegare il dac e verificare se viene riconosciuto correttamente, nonché il relativo funzionamento.
Se passa questo "test" si può procedere tranquillamente con l'alimentazione esterna ai capi della V+/V-

_________________
saluti, Tom


10/11/2017, 21:16
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 05/09/2017, 13:22
Messaggi: 38
Rispondi citando
Messaggio Re: USB AGAIN
Pensavo di realizzare una sorta di interfaccia per fare le varie prove, ma la mia domanda era anche un'altra, nel momento in cui il dac è dotato sulla porta di alimentazione propria cosa succede se andiamo ad aggiungere anche l'alimentazione che viene dal pc?


10/11/2017, 22:41
Profilo
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2016, 13:37
Messaggi: 1943
Località: Agrigento
Rispondi citando
Messaggio Re: USB AGAIN
Quella che proviene dal pc verrà isolata, fisicamente tagliata.
Il cavo "speciale" dovrà trasmettere al dac soltanto il data+/data- e prendere la 5v esternamente.

A meno che Pippo non parli di dac alimentati direttamente tramite la 230v, quindi con un proprio trasformatore interno e relativo lineare o step/down.
In questo caso il circuito d'ingresso usb isola la 5v della usb

_________________
saluti, Tom


11/11/2017, 9:45
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 05/09/2017, 13:22
Messaggi: 38
Rispondi citando
Messaggio Re: USB AGAIN
ok mi mancava quest'ultima info :)


11/11/2017, 12:26
Profilo
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/01/2017, 11:06
Messaggi: 244
Rispondi citando
Messaggio Re: USB AGAIN
Il "-" del segnale potrebbe avere a che fare con la calza che potrebbe avere a che fare con il "-" dei 5v.
Dipende strettamente dall'implementazione.
Esistono dac (anche economici) con ingresso 5v separato. Esistono isolatori galvanici. Esistono alimentatori a bassissimo rumore. Esistono cavi usb particolarmente curati nella costruzione, nei conduttori, nei connettori. Servono? Hanno un impatto?

A mio modestissimo avviso sono ragionamenti concettualmente corretti, ma potenzialmente molto eterei, se non si quantifica.
Se fare una serie di modifiche ci porta da un valore s/n molto buono ad uno straordinario, seppure entrambi molto migliori di quello che il resto della catena può fare, il risultato non sarà poi molto impattante.
Discorso diverso è quello di una catena che abbia problemi ed esibisca prestazioni pessime. Allora possiamo fare una serie di aggiustamenti volti a riportare le prestazioni nella normalità.
Provare con un notebook discreto, staccato dall'alimentazione ed altri dispositivi, può essere un buon test per rilevare eventuali anomalie.

Inoltre un conto è fare di lavoro il mix o il mastering dove qualsiasi miglioria è apprezzabile perché il materiale dovrà essere ri-manipolato N volte, anche da altri professionisti. Un altro conto è riprodurre un brano già bello confezionato dove probabilmente ci sono situazioni molto più compromettenti rispetto alle prestazioni di un dac medio, mediamente funzionante.


11/11/2017, 13:15
Profilo
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2016, 13:37
Messaggi: 1943
Località: Agrigento
Rispondi citando
Messaggio Re: USB AGAIN
fab0 ha scritto:
Il "-" del segnale potrebbe avere a che fare con la calza che potrebbe avere a che fare con il "-" dei 5v.
Dipende strettamente dall'implementazione.
Esistono dac (anche economici) con ingresso 5v separato. Esistono isolatori galvanici. Esistono alimentatori a bassissimo rumore. Esistono cavi usb particolarmente curati nella costruzione, nei conduttori, nei connettori. Servono? Hanno un impatto?

A mio modestissimo avviso sono ragionamenti concettualmente corretti, ma potenzialmente molto eterei, se non si quantifica.
Se fare una serie di modifiche ci porta da un valore s/n molto buono ad uno straordinario, seppure entrambi molto migliori di quello che il resto della catena può fare, il risultato non sarà poi molto impattante.
Discorso diverso è quello di una catena che abbia problemi ed esibisca prestazioni pessime. Allora possiamo fare una serie di aggiustamenti volti a riportare le prestazioni nella normalità.
Provare con un notebook discreto, staccato dall'alimentazione ed altri dispositivi, può essere un buon test per rilevare eventuali anomalie.

Inoltre un conto è fare di lavoro il mix o il mastering dove qualsiasi miglioria è apprezzabile perché il materiale dovrà essere ri-manipolato N volte, anche da altri professionisti. Un altro conto è riprodurre un brano già bello confezionato dove probabilmente ci sono situazioni molto più compromettenti rispetto alle prestazioni di un dac medio, mediamente funzionante.

Il relativo "impatto" andrebbe verificato con opportune misure, però... conoscendo Pippo, questo sarebbe anche capace di accorgersene anche all'ascolto, e non con i soliti sproloqui da audiofilo visionario che tutto sente dappertutto.
Come diceva Renato Giussani, bisogna essere bravi a non sentire differenze quando queste non ci sono.

_________________
saluti, Tom


11/11/2017, 14:11
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 05/09/2017, 13:22
Messaggi: 38
Rispondi citando
Messaggio Re: USB AGAIN
TomCapraro ha scritto:
fab0 ha scritto:
Il "-" del segnale potrebbe avere a che fare con la calza che potrebbe avere a che fare con il "-" dei 5v.
Dipende strettamente dall'implementazione.
Esistono dac (anche economici) con ingresso 5v separato. Esistono isolatori galvanici. Esistono alimentatori a bassissimo rumore. Esistono cavi usb particolarmente curati nella costruzione, nei conduttori, nei connettori. Servono? Hanno un impatto?

A mio modestissimo avviso sono ragionamenti concettualmente corretti, ma potenzialmente molto eterei, se non si quantifica.
Se fare una serie di modifiche ci porta da un valore s/n molto buono ad uno straordinario, seppure entrambi molto migliori di quello che il resto della catena può fare, il risultato non sarà poi molto impattante.
Discorso diverso è quello di una catena che abbia problemi ed esibisca prestazioni pessime. Allora possiamo fare una serie di aggiustamenti volti a riportare le prestazioni nella normalità.
Provare con un notebook discreto, staccato dall'alimentazione ed altri dispositivi, può essere un buon test per rilevare eventuali anomalie.

Inoltre un conto è fare di lavoro il mix o il mastering dove qualsiasi miglioria è apprezzabile perché il materiale dovrà essere ri-manipolato N volte, anche da altri professionisti. Un altro conto è riprodurre un brano già bello confezionato dove probabilmente ci sono situazioni molto più compromettenti rispetto alle prestazioni di un dac medio, mediamente funzionante.

Il relativo "impatto" andrebbe verificato con opportune misure, però... conoscendo Pippo, questo sarebbe anche capace di accorgersene anche all'ascolto, e non con i soliti sproloqui da audiofilo visionario che tutto sente dappertutto.
Come diceva Renato Giussani, bisogna essere bravi a non sentire differenze quando queste non ci sono.

Sulla questione "impatto" ne ho parlato nell'altro 3d e rimango dell'idea che curare un male ancor prima che si manifesti o nelle more di una sua ipotetica prevenzione non serve a nulla,
Riferendomi al mio setup, se cambio cavi ordinari da informatica, non cambia nulla (ascolto), se metto un cavo pensato teoricamente per uso audio (che di default già è solo una trovata pubblicitaria) non cambia nulla, anzi mi sembra che si perda qualcosa in dettaglio ma è roba da nulla.
Nel data sheet del dac non è riportato nulla riguardo al fatto se è dotato o meno di alimentazione propria sulla usb per cui farò delle prove, in ogni caso oggi nell'uso del pc per la liquida l'elemento che mi sembra influenzi il tutto più d'ogni altra cosa è il S.O. infatti nell'attesa di rivedere qualcosina sull'ultimo PC messo su per riprodurre musica ho ripreso la mia macchinetta vecchia di quasi 10 anni su cui gira allegramente su un flash XPnlite.
Dopo le prove con cavo senza alimentazione e se non dovesse andare con cavo con alimentazione separata vi darò le mie impressioni.


12/11/2017, 9:10
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 05/09/2017, 13:22
Messaggi: 38
Rispondi citando
Messaggio Re: USB AGAIN
Ho tutto il materiale, compresa una batteria 5 volt 8.8 ah nuova di pacca domani pomeriggio iniziano gli esperimenti.


14/11/2017, 0:27
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 05/09/2017, 13:22
Messaggi: 38
Rispondi citando
Messaggio Re: USB AGAIN
Come si suol dire:comunicazione di servizio.
Di pomeriggio ho preso un cavo USB di tipo AB, ho fatto una piccola incisione al centro quindi ho tagliato il cavo rosso dell'alimentazione, quindi prima di andare avanti con il resto delle operazioni l'ho collegato fra pc e dac, risultato, il dac funziona lo stesso, da cui si deduce che è dotato di alimentazione indipendente, non mi resta che fare lo stesso esperimento su un altro dac della Denon o provare il cavo con alimentazione separata su una interfaccia tipo la musiland che ho utilizzato per un certo tempo, tutte cose comunque a questo punto solo a scopo diciamo didattico.


14/11/2017, 20:03
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi


LA VOSTRA VOCE SENZA INTERFERENZE
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware. Hosted by MondoWeb. Viaggi