Oggi è il 18/01/2018, 17:59



Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
 L'apriorismo in Hifi. 
Autore Messaggio
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2016, 13:37
Messaggi: 2304
Località: Agrigento
Rispondi citando
Messaggio L'apriorismo in Hifi.
Prendo spunto da una dichiarazione di un nostro utente (Maxxi) per una riflessione.
Moltissime impressioni sono suffragate su dati (certamente in buona fede) che derivano da un mix, come giustamente viene aggettivato, di elementi che formano un intera catena, ascoltatore compreso.
Credo fermamente che nessuno di questi giudizi si possa considerare come attendibile se relativi ad una certa ripetibilità della prestazione, tranne intrinseci casi fortunosi o per sintonia di parere soggettivo.
Ovviamente per ripetibilità della prestazione mi riferisco a dati oggettivi.
Lo spunto di questa discussione verte nel (ri)considerare ciò che razionalmente ci si dovrebbe aspettare da un suggerimento/consiglio.
Questo per evitare delusioni e/o fraintendimenti poiché un componente può benissimo interfacciarsi sinergicamente (ma anche l'esatto contrario) in quel mix di cui parliamo.
Non credere MAI alle pontificazioni di alcuni personaggi che magnificano certi componenti gettando fango su altri, vi garantisco che certe condizioni sono ribaltabili.
Voglio essere onesto, quindi ci metto anche le mie amatissime misure che, se rilevate in condizioni controllate, forniscono soltanto metà del responso. (Le vere misure andrebbero prese direttamente nel contesto e in condizioni di effettivo funzionamento).
Il concetto mi sembra chiaro, gli esempi sarebbero numerosi.
Su eventuali dettagli ci si potrà sbizzarrire, troverebbero peraltro risposte argomentate.

_________________
saluti, Tom


10/12/2017, 21:06
Profilo

Iscritto il: 27/11/2016, 13:35
Messaggi: 171
Località: Preganziol (TV)
Rispondi citando
Messaggio Re: L'apriorismo in Hifi.
Tom, affermi, GIUSTAMENTE, un concetto che mi è caro e che io ribadisco da tempo, che è quello della "relatività" assoluta quando si parla di riproduzione sonora. Troppe sono le variabile per potere rendere assoluto un giudizio.
Ovviamente questo NON significa che NON ci sono regole... Che è poi ciò di cui veniamo accusati dai "soliti soloni" quando "noi" facciamo queste affermazioni.
Il discorso è lungo e credo senza fine, ma soprattutto senmza sbocco: l'unico criterio che può guidare un giudizio e il recepimento corretto di tale giudizio, è il buon senso e l'esperienza.


10/12/2017, 21:33
Profilo WWW
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2016, 13:37
Messaggi: 2304
Località: Agrigento
Rispondi citando
Messaggio Re: L'apriorismo in Hifi.
Sto cercando (forse invano...) di rendere partecipe, appunto, l'aspetto razionale, che poi si fonda sull'esperienza, il buon senso e...aggiungerei anche una buona dose d'intelligenza.
Leggo in rete, ultimamente, delle cose che fanno pensare ad un certo downgrade collettivo.

_________________
saluti, Tom


10/12/2017, 21:52
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2016, 12:40
Messaggi: 121
Rispondi citando
Messaggio Re: L'apriorismo in Hifi.
Ottima riflessione Tom...
Quanto è vero ciò che dite, le persone pronte a esternare la verità su ogni cosa, aumentano in maniera esponenziale, il tutto fatto poi con una sicurezza e perentorietà che non ammette repliche...purtroppo su tanti fanno anche colpo..


10/12/2017, 22:45
Profilo
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2016, 12:39
Messaggi: 834
Località: Boville Ernica FR
Rispondi citando
Messaggio Re: L'apriorismo in Hifi.
Bella discussione, "pericolosa" ma bella. Un argomento che lascia spazio a diverse riflessioni che potrebbero contrastare non poco tra di loro. Se partiamo dal presupposto che nessuno può arrogarsi il diritto di poter essere possessore di verità assolute, parte del discorso viene di conseguenza. Parliamo di un HOBBY, dove il SOGGETTIVISMO imposto dalla diversa conformazione FISICA, MENTALE E CULTURALE, dovrebbe quantomeno farci comprendere l'approccio che dovremmo avere, prima di dare giudizi perentori improntati sull'assolutismo. Detto questo, la vita dovrebbe aver insegnato a tutti noi, che in tutti i settori del vivere quotidiano che passano dalle professioni lavorative, ai nostri Hobby, c'è sempre qualcuno che più di qualsiasi altro, può insegnarci qualcosa a prescindere. Io non ho mai avuto la pretesa di Insegnare ad un Prete di recitare i sacramenti, non ho mai avuto la pretesa di Insegnare ad un Musicista a leggere uno spartito. Ecco, se partiamo da questa base, ne consegue che le verità ASSOLUTE dettate dai vari tuttologi, lasciano il tempo che trovano.

PS. "IL MIGLIOR METRO PER MISURARE L'INTELLIGENZA DELLE PERSONE E' L'UMILTA'."

_________________
La musica ci insegna la cosa più importante che esista: ascoltare.


11/12/2017, 10:03
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 28/11/2016, 9:23
Messaggi: 469
Località: provincia di VR
Rispondi citando
Messaggio Re: L'apriorismo in Hifi.
come non essere d'accordo con voi...

Il bello è che... sembra talmente ovvio che dire "anch'io la penso così" dovrebbe essere la cosa più naturale e logica.......
Purtroppo NON è così, non è "logico e naturale" per tutti.
anzi!


11/12/2017, 10:21
Profilo
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/01/2017, 3:09
Messaggi: 230
Località: VE/TV
Rispondi citando
Messaggio Re: L'apriorismo in Hifi.
MarcelloDalmazia ha scritto:
non ho mai avuto la pretesa di Insegnare ad un Musicista a leggere uno spartito.


Ti giuro che alla fine di un mio concerto è capitato anche questo. :lol:

_________________
Suono con mani e piedi...


11/12/2017, 11:41
Profilo
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2016, 12:39
Messaggi: 834
Località: Boville Ernica FR
Rispondi citando
Messaggio Re: L'apriorismo in Hifi.
Felix ha scritto:
MarcelloDalmazia ha scritto:
non ho mai avuto la pretesa di Insegnare ad un Musicista a leggere uno spartito.


Ti giuro che alla fine di un mio concerto è capitato anche questo. :lol:


..non mi meraviglio affatto...l'audiofilo IMPALLINATO è capace di tutto.. :evil: ;)

_________________
La musica ci insegna la cosa più importante che esista: ascoltare.


11/12/2017, 12:04
Profilo
Connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/11/2016, 9:12
Messaggi: 287
Località: Milano
Rispondi citando
Messaggio Re: L'apriorismo in Hifi.
Sono le domande sbagliate che consentono la pontificazione di alcuni personaggi, una domanda ben contestualizzata richiede risposte precise e chi vende fumo viene smascherato subito.
D'altronde, per formulare bene una domanda è necessario avere le basi per poterlo fare e temo che qui stia il punto più critico: i venditori di fumo alimentano l'ignoranza di moltissimi appassionati e ne approfittano per il proprio tornaconto personale, economico o di surrettizio prestigio.

_________________
In questo universo ogni oggetto ordinale o è una banana o non è una banana.

Ciao. Fabio


11/12/2017, 13:07
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 29/06/2017, 21:47
Messaggi: 22
Rispondi citando
Messaggio Re: L'apriorismo in Hifi.
Felix ha scritto:
MarcelloDalmazia ha scritto:
non ho mai avuto la pretesa di Insegnare ad un Musicista a leggere uno spartito.


Ti giuro che alla fine di un mio concerto è capitato anche questo. :lol:


Dovevi aver suonato veramente male!!! :D :P :D

(Scusa non ho resistito... anzi dacci una scaletta dei tuoi prossimi concerti, che se non sono molto lontani veniamo a sentirti.)

Ciao

Evandro


12/12/2017, 11:31
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 14 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi


LA VOSTRA VOCE SENZA INTERFERENZE
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware. Hosted by MondoWeb. Viaggi