Oggi è il 20/10/2018, 5:53



Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
 Filtro EMI di rete 
Autore Messaggio
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 24/11/2016, 14:13
Messaggi: 3605
Località: Venezia
Rispondi citando
Messaggio Re: Filtro EMI di rete
Quanta corrente elettrica viene scaricata da un fulmine?

intensità della corrente elettrica = tra 2.000 e 200.000 Ampere
temperatura = circa 50000 gradi
diametro della colonna di plasma = tra 10 e 50 cm
carica elettrica totale = tra 5 e 10 Coulomb (1 Coulomb =6,25 × 10^18 x carica_elettrone)
differenza di potenziale = da 1 a 10 miliardi di Volt
velocità = tra 40.000 e 50.000 chilometri al secondo.
Quindi, con un fulmine si muovono, mediamente 50 miliardi di miliardi di elettroni.

Recentemente si è osservata, nei fulmini, emissione di raggi gamma e anche produzione di antimateria (al momento non spiegata).

Per causare danni fisiologici da folgorazione basta una corrente di circa 20 mA.
Quindi è meglio evitare.

Bengjamin Franklin (inventore del parafulmini) nell' estate del 1752, legò una punta metallica ad un acquilone e una chiave al capo del filo che teneva in mano e lo fece volar durante un temporale. Quando la punta fu coltipa da un fulmine Franklin sentì la scossa sulla chuave e capì che il fulmine era costituito da una corrente elettrica uguale a quella prodotta da una pila in laboratorio (evidentemente era solito "darsi una scossa"). Questo esperimento viene messo in dubbio da Tom Tucker che sostiene che Franklin "inventò" l'esperimento per sostenere una sua intuizione (corretta) che i fenomeni fossere fenomeni elettrici.

_________________
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)


13/09/2018, 11:13
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 28/11/2016, 22:10
Messaggi: 389
Località: Sardegna
Rispondi citando
Messaggio Re: Filtro EMI di rete
Buondi,
Avrei un'altra curiosita.
Mettendo nella stessa abitazione piu ciabatte antifulmine (con scaricatori a gas e mov), dislocate un po ovunque, la capacita di assorbire le sovracorrenti aumentano?
Voglio dire, presupponendo che ogni antifulmine ha una capacita piu o meno massima di assorbimento delle sovratensioni, se ne collego piu di una dislocate nella casa, le sovratensioni in eccesso vengono equamente distribuite fra tutte le ciabatte antifulmine, rendendo piu improbabile un eventuale danno? (Ogni ciabatta avrebbe meno sovratensione da assorbire perche questa sarebbe equamente divisa fra tutte le ciabatte collegate in casa?).

Faccio un esempio di una ciabatta antifulmine APC:
Max voltage spike 6000 v
Max corrente di picco 40kA
Indice jouke eP 3400

Se in casa ne uso cinque di queste, cosa cambia?
Chiaramente si parla sempre di protezione di sovracorrenti da fulminazione indiretta e non diretta.


E poi: ho letto da qualche parte che questi dispositivi hanno una certa efficacia anche per proteggere gli apparecchi collegati immediatamente PRIMA della ciabatta o nelle vicinanze. Questo è vero oppure è una balla galattica?


25/09/2018, 10:38
Profilo
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 24/11/2016, 14:13
Messaggi: 3605
Località: Venezia
Rispondi citando
Messaggio Re: Filtro EMI di rete
Se sono in parallelo (e lo sono) la corrente dobrebbe ripartirsi in ciascuna ciabatta e la corrente disponibile dovrebbe essere minore. Dato che di corrente ne viene giù tanta, tutte le protezioni saltarebbero proteggiendo quello che è collegato alla ciabatta (cioè a valle).
Ragionando come se si trattasse di una normale rete di resistori: supponiamo di avere un circuito con un generatore collegato a tante resistenza in parallelo (una rappresenta il frigo, una la lavatrice, una una lampadina ecc.). supponiamo che il fulmine determini un aumento della tensione.
Se una delle resistenze viene staccata (dalla rotezione) nelle altre sicuramente non circola meno corrente...
Quindi mi viene difficile credere che la presenza di un carico che si stacca, in caso di sovratensione, possa proteggere gli altri. Sarei portato a pensare il contrario.
Dato che non sono un impiantisa potrei sbagliare.

_________________
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)


26/09/2018, 10:44
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 28/11/2016, 22:10
Messaggi: 389
Località: Sardegna
Rispondi citando
Messaggio Re: Filtro EMI di rete
Grazie Mario,
Gentilissimo!


26/09/2018, 10:56
Profilo
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 24/11/2016, 14:13
Messaggi: 3605
Località: Venezia
Rispondi citando
Messaggio Re: Filtro EMI di rete
organist ha scritto:
Grazie Mario,
Gentilissimo!

Prima di ringraziare aspetterei una conferma da qualcuno del mestiere (così imparo anch'io).
Il mio ragionamento è "di principio" ma potrebbero esserci altre condizioni (che non conosco) di cui non ho tenuto conto.

_________________
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)


26/09/2018, 11:07
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 04/01/2017, 11:18
Messaggi: 194
Località: Italia
Rispondi citando
Messaggio Re: Filtro EMI di rete
Per mestiere ovviamente non progetto impianti elettrici! Detto questo credo sia utile aggiungere alle considerazioni di Mario alcuni ulteriori suggerimenti.
Trascurando per semplicità una scarica "diretta" che è neutralizzabile solo ed esclusivamente da protezioni esterne idonee,si può affermare che, nel caso di impianti elettrici domestici, è necessario proteggere le linee di ogni tipologia dai bruschi fenomeni elettromagnetici derivanti da scariche atmosferiche i cui campi generati si vanno a concatenare, in rapporto alla vicinanza del fenomeno ed alla quantità di energia sviluppata,alle linee elettriche presenti nel raggio di qualche centinaio di metri.
Quindi non è interessata solo la linea elettrica che distribuisce l'energia nell' abitazione ma anche quella telefonica e della antenna TV, sat compresa (per la linea telefonica e di antenna esistono appositi soppressori di sovratensione che andrebbero necessariamente ad integrare le protezioni sulla linea elettrica altrimenti si lascerebbero libere altre vie di accesso agli effetti della scarica).
Per quanto concerne la linea di alimentazione dell'energia elettrica è corretto iniziare dal quadro di ingresso all'abitazione con un modulo dotato di scaricatori a gas:è inutile aggiungere che senza un'efficiente linea di terra la protezione non è efficace come dovrebbe. Allo stesso tempo non basta un solo un elemento iniziale in quanto i campi si vanno a concatenare su tutta la linea esistente e l' effetto induttivo parassita della linea stessa rende praticamente (quasi) vana la protezione sul quadro elettrico.
Quindi è utile ,a mio parere, fare largo uso di MOV (ad ossidi di metallo) nei punti più strategici i quali però devono essere installati con un fusibile di protezione per rimanere nei parametri di sicurezza.

_________________
Saluti


26/09/2018, 12:13
Profilo
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2016, 13:37
Messaggi: 3690
Località: Agrigento
Rispondi citando
Messaggio Re: Filtro EMI di rete
Polin ha scritto:
....
Quindi non è interessata solo la linea elettrica che distribuisce l'energia nell' abitazione ma anche quella telefonica e della antenna TV, sat compresa (per la linea telefonica e di antenna ...


Esatto, infatti conosco gente che dopo aver staccato la spina del PC gli è andato in avaria tramite il cavo telefonico. (indirettamente collegato da quello ethernet)

_________________
saluti, Tom


26/09/2018, 13:25
Profilo
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 25/11/2016, 13:37
Messaggi: 3690
Località: Agrigento
Rispondi citando
Messaggio Re: Filtro EMI di rete
MarioBon ha scritto:
Se sono in parallelo (e lo sono) la corrente dobrebbe ripartirsi in ciascuna ciabatta e la corrente disponibile dovrebbe essere minore. Dato che di corrente ne viene giù tanta, tutte le protezioni saltarebbero proteggiendo quello che è collegato alla ciabatta (cioè a valle).
Ragionando come se si trattasse di una normale rete di resistori: supponiamo di avere un circuito con un generatore collegato a tante resistenza in parallelo (una rappresenta il frigo, una la lavatrice, una una lampadina ecc.). supponiamo che il fulmine determini un aumento della tensione.
Se una delle resistenze viene staccata (dalla rotezione) nelle altre sicuramente non circola meno corrente...
Quindi mi viene difficile credere che la presenza di un carico che si stacca, in caso di sovratensione, possa proteggere gli altri. Sarei portato a pensare il contrario.
Dato che non sono un impiantisa potrei sbagliare.


Il tuo ragionamento trova conferme anche pratiche.
Possiamo dire che...esistono tanti modi (se colpiti indirettamente da un fulmine o sovratensioni) di "propagazione" nella rete interna che subisce il fenomeno.

_________________
saluti, Tom


26/09/2018, 13:31
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 28/11/2016, 22:10
Messaggi: 389
Località: Sardegna
Rispondi citando
Messaggio Re: Filtro EMI di rete
Grazie a tutti!


26/09/2018, 14:36
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 04/01/2017, 11:18
Messaggi: 194
Località: Italia
Rispondi citando
Messaggio Re: Filtro EMI di rete
TomCapraro ha scritto:
Polin ha scritto:
....
Quindi non è interessata solo la linea elettrica che distribuisce l'energia nell' abitazione ma anche quella telefonica e della antenna TV, sat compresa (per la linea telefonica e di antenna ...


Esatto, infatti conosco gente che dopo aver staccato la spina del PC gli è andato in avaria tramite il cavo telefonico. (indirettamente collegato da quello ethernet)

Nei casi più critici dove il rischio è maggiore è consigliabile in aggiunta l'uso di soppressori di linea RJ45 Ethernet LAN, oltre a questo è utile isolare galvanicamente la stessa connessione USB dal DAC al pc con un isolatore idoneo a scongiurare anche i fastidiosissimi loop di massa.

https://www.ebay.it/itm/RJ45-Ethernet-L ... SwiYlaN8tw

https://hifimediy.com/high-speed-usb-isolator-480Mbps

_________________
Saluti


27/09/2018, 12:28
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi


LA VOSTRA VOCE SENZA INTERFERENZE
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware. Hosted by MondoWeb