collegare un pre a due finali con linea di ritardo?

ponete qui le vostre domande
(per i cavi c'è una sezione dedicata)
Messaggio
Autore
Avatar utente
Franz
Messaggi: 95
Iscritto il: 14/06/2019, 23:09
Il mio Impianto: AMPLIFICAZIONE/CASSE kef 105 (mk1), pre marantz sc11s1, finali configurati a ponte marantz sm11s1. ANALOGICO gyrodec mk5, braccio morsiani cm1, pickup benz ace red 0,4mV , prephono aqvox ci2, DIGITALE LIQUIDA NAS (qnap)-ethernet-ROUTER-ethernet-RASPBERRY/ ALLODIGIONE/ VOLUMIO-ethernet-DAC NSD Impulso. DIGITALE OTTICO lettore Pioneer UDP LX500
Tutti i cavi di alimentazione elettrica sono autocostruiti con cavo schermato e con buone spine (no hiend). I cavi di segnale sono in rame multifilare smaltato litz (morsiani e aqvox) mentre i cavi di potenza sono in rame OCC senza terminali (spellati) e acquistati al metro.
Località: Rimini

Re: collegare un pre a due finali con linea di ritardo?

#31 Messaggio da Franz » 06/09/2019, 16:44

MarioBon ha scritto:Il canale centrale va alla stessa distanza dal punto di ascolto dei canali dx e sx.
Per ricavare il segnale monofonico potrsi semplicemente pilotare una coppia normalmente ma mettere i diffusori affiancati.
Immagine
Così regoli comodamente il volume della coppia al centro.
^^^^^^^^^^^^^^
Grazie del chiarimento, mi ci dedico nel fine settimana......

Avatar utente
Franz
Messaggi: 95
Iscritto il: 14/06/2019, 23:09
Il mio Impianto: AMPLIFICAZIONE/CASSE kef 105 (mk1), pre marantz sc11s1, finali configurati a ponte marantz sm11s1. ANALOGICO gyrodec mk5, braccio morsiani cm1, pickup benz ace red 0,4mV , prephono aqvox ci2, DIGITALE LIQUIDA NAS (qnap)-ethernet-ROUTER-ethernet-RASPBERRY/ ALLODIGIONE/ VOLUMIO-ethernet-DAC NSD Impulso. DIGITALE OTTICO lettore Pioneer UDP LX500
Tutti i cavi di alimentazione elettrica sono autocostruiti con cavo schermato e con buone spine (no hiend). I cavi di segnale sono in rame multifilare smaltato litz (morsiani e aqvox) mentre i cavi di potenza sono in rame OCC senza terminali (spellati) e acquistati al metro.
Località: Rimini

Re: collegare un pre a due finali con linea di ritardo?

#32 Messaggio da Franz » 07/09/2019, 20:35

PROVA 5
Ho mantenuto l’alimentazione a ponte seguendo per il posizionamento l’ultima configurazione suggerita dall’Ing Bon. Mi è sembrato però che i diffusori fossero troppo vicini…..
https://i73.servimg.com/u/f73/19/98/96/41/mono_c10.jpg
…..e che quindi difficilmente avrei potuto apprezzare i pregi/difetti di questa configurazione per l’angolo troppo stretto del fronte sonoro.
Ho quindi “rigirato” di 90° il posizionamento in modo da poter ampliare l’angolo e la distanza tra le casse anche se sapevo che sarei andato incontro a qualche risonanza di troppo dovuta alla eccessiva vicinanza della parete di fondo del punto di ascolto (puntualmente ho dovuto attivare i controlli di tono e togliere un paio di db sui bassi). La distanza tra i diffusori e il punto di ascolto è di 2,8mt.
https://i73.servimg.com/u/f73/19/98/96/41/mono_c11.jpg
A questo punto ho trovato un po' di pace, mi sono rilassato e ho cominciato l’ascolto.
Confesso che avevo un preconcetto…….mi sarei aspettato che i due canali messi al centro uno a fianco dell’altro diminuissero la rappresentazione stereofonica, invece fin dal primo impatto la separazione stereo rimane ben presente e anzi il canale centrale (formato dalle due casse affiancate) rinforza la “presa scenica”.
Con il passare dei minuti ci ho preso gusto e ho cercato di trovare delle differenze con la normale rappresentazione stereo su due casse.
Le due casse frontali rafforzano sopratutto la presenza delle voci (magnifici i cori della sinfonica e le voci soliste delle mie cantanti preferite) e delle alte frequenze mentre la percezione dei bassi risalta maggiormente dalle casse laterali. Di questo non sò dare una spiegazione, la distanza è la stessa eppure se chiudo gli occhi e devo puntare il dito sull’origine delle basse frequenze non avrei dubbi ad indicare i due lati dx e sx.
Inoltre l’eguale distanza dei diversi driver rispetto al punto di ascolto consente di mantenere anche la precisione nei dettagli delle varie esecuzioni (ho spaziato un pò tutti i generi, sinfonica, rock anni 60/70, jazz, fusion ecc…..) non si notano discrepanze sulla precisione nei dettagli con due sorgenti sonore.
Con un ambiente più grande del mio si potrebbe allargare ulteriormente il fronte sonoro distanziando maggiormente le casse e credo si possa ottenere anche un migliore risultato.
Rimane come per la prova 3 e 4 il vantaggio (rispetto a due casse) di elevare molto facilmente la pressione sonora (mi piacerebbe poter disporre di qualche strumento per fare due misure a parità di volume del pre….) e di conseguenza credo sia un aiuto per diminuire lo sforzo dell'amplificazione (che dovrebbe produrre una minore distorsione)......è un ragionamento corretto?
Per mè è stata una gradita sorpresa e per chi avesse a disposizione lo spazio necessario trovo che sia una buona/ottima soluzione che terrò ben presente per il futuro quando avrò lo spazio idoneo…..
Grazie.

Avatar utente
mario061
Messaggi: 696
Iscritto il: 02/12/2016, 16:46

Re: collegare un pre a due finali con linea di ritardo?

#33 Messaggio da mario061 » 08/09/2019, 9:59

Una volta si usava un altoparlante centrale collegato ai positivi dei due canali per ricreare una specie di canale centrale e "rinforzare" centro della scena (funzionava molto bene anche in macchina, dove gli altoparlanti sono sulle portiere e molto ai lati delle orecchie), adesso siamo ricchi e si usano addirittura 4 casse... :mrgreen:

Complimenti per la pazienza, e la passione :)
la gente piccola la riconosci subito, ti spiega quanto è grande...

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6100
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: collegare un pre a due finali con linea di ritardo?

#34 Messaggio da MarioBon » 08/09/2019, 12:17

E' stata la Chario a proporre un sistema con 4 diffusori, oltre al destro e sinistro c'era un diffusore anteriore con la somma dei canali e uno posteriore con la differenza dei canali.
Il segnale differenza si ottiene collegando un diffusore tra i due positivi dell'integrato stereo.
Mi pare che sia stato il primo sistema proposto da Murace e compagni.

Immagine

Senza le resistenze i canali dx e sx suonano più piano rispetto al canale centrale. Il canale differenza suona già più piano di suo perchè la differenza tra i canali non è tanta. Per regolare il volume del canale centrale si può mettere una resistenza in parallelo al canale somma , per regolare il volume del canale differenza una resistenza in serie. Naturalmente la cosa funzione al meglio se l'impedenza dei 4 diffusori è ugule, costante o molto poco variabile (altrimenti si hanno delle alterazioni sulla risposta in frequenza). Comunque per chi ha 4 diffusori uguali provare costa quanto 2 resistori (o anche nulla).

Se il programma è monofonico, l'amplificatore vede un carico più basso (0.42 Z) con un programma stereo l'erogazione di corrente dell'ampli dipende dalla differenza dei due canali e va da 1/3 a circa 2 volte ripetto a quanto assorbito da un singolo diffusore (per canale).
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
Franz
Messaggi: 95
Iscritto il: 14/06/2019, 23:09
Il mio Impianto: AMPLIFICAZIONE/CASSE kef 105 (mk1), pre marantz sc11s1, finali configurati a ponte marantz sm11s1. ANALOGICO gyrodec mk5, braccio morsiani cm1, pickup benz ace red 0,4mV , prephono aqvox ci2, DIGITALE LIQUIDA NAS (qnap)-ethernet-ROUTER-ethernet-RASPBERRY/ ALLODIGIONE/ VOLUMIO-ethernet-DAC NSD Impulso. DIGITALE OTTICO lettore Pioneer UDP LX500
Tutti i cavi di alimentazione elettrica sono autocostruiti con cavo schermato e con buone spine (no hiend). I cavi di segnale sono in rame multifilare smaltato litz (morsiani e aqvox) mentre i cavi di potenza sono in rame OCC senza terminali (spellati) e acquistati al metro.
Località: Rimini

Re: collegare un pre a due finali con linea di ritardo?

#35 Messaggio da Franz » 08/09/2019, 12:38

mario061 ha scritto:.......................... adesso siamo ricchi e si usano addirittura 4 casse... :mrgreen:
Complimenti per la pazienza, e la passione :)
^^^^^^^^^^^^^^
Saluti,
veramente all'inizio volevo solo procurarmi i driver di ricambio della prima coppia di kef che ho comprato. Li avevo trovati in giro per l'europa (su ebay) e facendo i conti con le varie spese di trasporto mi conveniva comprare direttamente un altra coppia di kef uguali......
Quando ho preso la seconda coppia l'avevo "parcheggiata" in garage chiuse dentro due grandi buste di plastica con i sali igroscopici (per evitare che facessero muffa.....). Ogni volta che prendevo la macchina in garage le vedevo lì......destinate a diventare "donatori d'organi al bisogno....".
Mi piangeva il cuore.......le ho prese sù e le ho restaurate come le altre.
Di qui la disponibilità di 4 diffusori......non è stata una cosa programmata.
Relativamente al costo poi questi 4 diffusori, tra acquisto dell'usato, manutenzione e logistica facendo due conti non è che mi siano costate uno sproposito, in tutto circa 3500eu (ovviamente ci ho lavorato in prima persona risparmiando la manodopera per il restauro estetico......).

Per la passione invece proprio tanta.......grazie.
Francesco

Avatar utente
Franz
Messaggi: 95
Iscritto il: 14/06/2019, 23:09
Il mio Impianto: AMPLIFICAZIONE/CASSE kef 105 (mk1), pre marantz sc11s1, finali configurati a ponte marantz sm11s1. ANALOGICO gyrodec mk5, braccio morsiani cm1, pickup benz ace red 0,4mV , prephono aqvox ci2, DIGITALE LIQUIDA NAS (qnap)-ethernet-ROUTER-ethernet-RASPBERRY/ ALLODIGIONE/ VOLUMIO-ethernet-DAC NSD Impulso. DIGITALE OTTICO lettore Pioneer UDP LX500
Tutti i cavi di alimentazione elettrica sono autocostruiti con cavo schermato e con buone spine (no hiend). I cavi di segnale sono in rame multifilare smaltato litz (morsiani e aqvox) mentre i cavi di potenza sono in rame OCC senza terminali (spellati) e acquistati al metro.
Località: Rimini

Re: collegare un pre a due finali con linea di ritardo?

#36 Messaggio da Franz » 08/09/2019, 12:53

MarioBon ha scritto:E' stata la Chario a proporre un sistema con 4 diffusori.................
^^^^^^^^^^^^^^
Saluti,
non nè avevo mai sentito parlare........e capisco la voglia di sperimentare da parte della Chario (nè sò qualcosa.....).
Comprendo inoltre dalla facilità con cui nè parli che per un ingegnere è l'abc.....ma io sono quasi a zero e non saprei proprio come fare (dal punto di vista pratico) ad inserire delle resistenze lungo i cavi e credo che non sia nelle mie possibilità (vorrei evitare di fare danni......)
Comunque ti ringrazio veramente tanto, senza i tuoi suggerimenti non avrei neanche mai provato a mettere i diffusori in serie. Le prove fatte in queste ultime settimane mi hanno chiarito molto le idee su cosa è possibile tirare fuori da quello che ho e mi tornerà utile nel prossimo futuro......
Magari quando sistemo alcuni problemi personali che mi tolgono la possibilità di viaggiare (ho visto che scrivi da Venezia) mi piacerebbe conoscerti...
Intanto grazie
Francesco

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6100
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: collegare un pre a due finali con linea di ritardo?

#37 Messaggio da MarioBon » 08/09/2019, 13:10

Le resistenze, per cominciare, puoi anche non metterle.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
mario061
Messaggi: 696
Iscritto il: 02/12/2016, 16:46

Re: collegare un pre a due finali con linea di ritardo?

#38 Messaggio da mario061 » 08/09/2019, 17:35

Franz ha scritto:

Per la passione invece proprio tanta.......grazie.
Francesco
Scusami intanto per la battuta ironica sulla "ricchezza", era appunto solo una battuta. Non mi sognerei mai di fare in conti in tasca a nessuno, tanto più che con i propri soldi uno ci fa quello che vuole e nessuno ha il diritto di fare alcuna osservazione. ;)
Mi scuso se ti ho fatto pensare questo. E' solo che mi è venuto in mente quando negli anni 80 strolicavo per far suonare bene l'impianto in auto, e a quei tempi non c'era molto materiale disponibile come oggi, e costava parecchio. Allora si cercavano espedienti. ;)

E poi lasciami dire che invidio le tue casse, da "giovanotto" ho costruito tutti i kit della KEF tranne il più grande, e del B110, T27, T33, ecc. ne ho dei bellissimi ricordi.

Ho ancora un B139 in casa, e lo tengo solo per quanto è bello. :D

Adoravo le KEF di quei tempi...
la gente piccola la riconosci subito, ti spiega quanto è grande...

Avatar utente
mario061
Messaggi: 696
Iscritto il: 02/12/2016, 16:46

Re: collegare un pre a due finali con linea di ritardo?

#39 Messaggio da mario061 » 08/09/2019, 18:23

MarioBon ha scritto:E' stata la Chario a proporre un sistema con 4 diffusori.
Mi pare che l'espediente del canale centrale con il segnale "differenza" fra i canali, cioè collegando l'altoparlante ai due positivi dei due canali, di averlo letto su un articolo di quei tempi a firma di Giussani. Ma potrei sbagliare.

E avevo un pò di resistenze di valore più o meno alto, provavo empiricamente a inserirle fino a trovare il giusto compromesso in base anche ai miei gusti. Siccome le basse frequenze sono monofoniche, usavo un altoparlante di piccolo diametro, e con la resistenza veniva anche attenuato, sufficente a ricreare un certo effetto "ambienza" al centro all'altezza del cruscotto.

E funzionava abbastanza bene.
la gente piccola la riconosci subito, ti spiega quanto è grande...

Avatar utente
Franz
Messaggi: 95
Iscritto il: 14/06/2019, 23:09
Il mio Impianto: AMPLIFICAZIONE/CASSE kef 105 (mk1), pre marantz sc11s1, finali configurati a ponte marantz sm11s1. ANALOGICO gyrodec mk5, braccio morsiani cm1, pickup benz ace red 0,4mV , prephono aqvox ci2, DIGITALE LIQUIDA NAS (qnap)-ethernet-ROUTER-ethernet-RASPBERRY/ ALLODIGIONE/ VOLUMIO-ethernet-DAC NSD Impulso. DIGITALE OTTICO lettore Pioneer UDP LX500
Tutti i cavi di alimentazione elettrica sono autocostruiti con cavo schermato e con buone spine (no hiend). I cavi di segnale sono in rame multifilare smaltato litz (morsiani e aqvox) mentre i cavi di potenza sono in rame OCC senza terminali (spellati) e acquistati al metro.
Località: Rimini

Re: collegare un pre a due finali con linea di ritardo?

#40 Messaggio da Franz » 09/09/2019, 14:41

mario061 ha scritto: Scusami intanto per la battuta ironica sulla "ricchezza", era appunto solo una battuta.........
Adoravo le KEF di quei tempi...
^^^^^^^^^
...non hai nulla di cui scusarti, avevo compreso il tono ed il senso del tuo commento che ho apprezzato.
Ho condiviso con voi il controvalore in denaro che ho sborsato per la disponibilità dei diffusori solo per darne un senso (economico) per chi legge.
Francesco

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite