Ascoltare ad alto volume danneggia l'udito?

ponete qui le vostre domande
(per i cavi c'è una sezione dedicata)
Messaggio
Autore
Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 7124
Iscritto il: 25/11/2016, 12:37
Località: Agrigento

Re: Ascoltare ad alto volume danneggia l'udito?

#11 Messaggio da TomCapraro »

Ligo ha scritto:Io credo che ci sia un giusto volume per ogni genere e incisione. L'ascolto dei Pink Floyd richiede SPL maggiori rispetto ad un quintetto di Boccherini, inoltre ogni incisione ha un suo livello ottimale che va scoperto.
I dischi compressi portano ad una SPL media che rischia di essere troppo alta e bisogna andarci piano, i dischi con buona dinamica hanno dei picchi che non credo possano essere pericolosi a meno di non esagerare davvero ma credo che andrebbe prima in palla la maggior parte dei nostri impianti.

Esatto.
saluti, Tom

Avatar utente
Ligo
Messaggi: 471
Iscritto il: 26/11/2016, 8:12
Il mio Impianto: PC Fanless con Jriver 27, EQ parametrico, MSB PowerDac, Mutec MC3+ USB, Pre Bryston BP25, Finale PASS X150, Diffusori AUDES Blues MKII, Sub SVS SB1000, Cavetteria di buona qualità.
Località: Milano

Re: Ascoltare ad alto volume danneggia l'udito?

#12 Messaggio da Ligo »

Io abito in città ma sono fortunato. Piccola via tranquilla, piano alto, un po' rientrante rispetto alla strada, infissi sostituiti qualche anno fa con doppi vetri. Di sera e di notte, quando giocoforza si concentrano i miei ascolti, arrivo intorno ai 30/33.
In questo universo ogni oggetto ordinale o è una banana o non è una banana.

Ciao. Fabio

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 7124
Iscritto il: 25/11/2016, 12:37
Località: Agrigento

Re: Ascoltare ad alto volume danneggia l'udito?

#13 Messaggio da TomCapraro »

30dbA sono molto buoni, 40dbA "costringono" l'ascolto a volumi piu elevati...a volte innaturali se i pianissimi vogliamo sentirli in modo chiaro.
saluti, Tom

Avatar utente
GianpieroMajandi
Messaggi: 114
Iscritto il: 27/11/2016, 9:20
Località: Cremona
Contatta:

Re: Ascoltare ad alto volume danneggia l'udito?

#14 Messaggio da GianpieroMajandi »

TomCapraro ha scritto:30dbA sono molto buoni, 40dbA "costringono" l'ascolto a volumi piu elevati...a volte innaturali se i pianissimi vogliamo sentirli in modo chiaro.
Aladin ha scritto: Se teniamo a mente che in un teatro,con eventi live,la rumorosità ambientale si attesta ottimisticamente sui 33-35dbA è possibile considerare questo valore come livello di soglia accettabile.
Non saprei con certezza quanta rumorosità residua ci sia in una sala d'incisione correttamente trattata...
Le specifiche per teatri e auditoria (e anche sale di proiezione cinematografica fatte bene) sono sotto la NC25. Sale con livelli di rumorosità (senza pubblico ovviamente) maggiori hanno in genere problemi determinati dai sistemi di climatizzazione/trattamento aria.
Idem sale di registrazione e sale regia degli studi, sempre sotto la NC25. Sotto la NC20 sarebbe anche meglio. Qui sotto le curve NC.

Immagine
http://docs.engineeringtoolbox.com/docu ... iagram.png

P.S.: sto progettando la parte acustica/elettroacustica di un multisala da 14 sale Dolby Atmos (sto acquisendo le opportune certificazioni in partnership con una realtà industriale molto importante, intenzionata a inserirsi di forza nel settore). Il silenziamento degli impianti HVAC è ovviamente una delle attività più critiche dell'intero lavoro, sia per quanto riguarda la reiezione dei rumori dei macchinari (ventilatori/compressori eccetera), sia per quanto riguarda il crosstalk tra le sale. La soluzione più ovvia è quella di realizzare sistemi di trattamento aria separati per ciascuna sala, ma dato che questi sistemi vanno a finire in copertura, rimane la criticità del trasporto del rumore esterno attraverso tubazioni e staffaggi. Quindi la strategia di massima sarà:
- separazione totale degli impianti tra di loro (una sala - un impianto HVAC);
- climatizzazione separata dei locali tecnici (che contengono proiettori, amplificazione eccetera), che sono a loro volta strutturalmente separati dalla sala di proiezione;
- macchine su basi inerziali;
- disgiuntori flessibili sulle tubazioni acqua;
- disgiuntori flessibili sui canali aria;
- silenziamento (mediante incapsulamento) dei canali aria esterni;
- silenziamento delle bocche di mandata in sala;
- bocche di mandata in sala alimentate da un plenum sotto le sedute, a sua volta alimentato da canali con silenziatori;
- bocche di ripresa silenziate ed opportunamente dimensionate per ridurre le velocità del flusso d'aria.
Queste sono le cose minime da fare per ottenere risultati entro la NC25. La realtà porterà a un grosso lavoro sui punti di attraversamento delle tubazioni, per l'aria trattata e per l'aria espulsa.
Tutto ciò per quanto riguarda i soli sistemi HVAC, poiché sono molti gli impianti (elettricità, audio, anti-incendio) che possono veicolare rumore entro la sala nei punti di attraversamento. Sono tutte cose da progettare meticolosamente e di cui va seguita altrettanto meticolosamente la realizzazione pratica.
Ciao
Gianpiero

Avatar utente
GianpieroMajandi
Messaggi: 114
Iscritto il: 27/11/2016, 9:20
Località: Cremona
Contatta:

Re: Ascoltare ad alto volume danneggia l'udito?

#15 Messaggio da GianpieroMajandi »

Aladin ha scritto:Queste specifiche sono suggerite o regolate da qualche normativa es. UNI o ISO?
Le curve NR (Noise Rating) e le curve NCB (Balanced Noise Criteria) sono normate dalla ISO 9221.
Aladin ha scritto:Oltre alla progettazione della parte che interessa l'isolamento acustico da disturbi vari, immagino, da non addetto ai lavori,che sia altrettanto importante lo studio della architettura acustica interna con i relativi studi inerenti alla propagazione ai fini della intelligibilità del messagio acustico(effetti del T60).
Assolutamente si, soprattutto in queste sale che avranno sistemi audio custom totalmente a scomparsa e gli schemi che occuperanno l'intera parete frontale, per aumentare il livello di coinvolgimento.
Ciao
Gianpiero

Avatar utente
GianpieroMajandi
Messaggi: 114
Iscritto il: 27/11/2016, 9:20
Località: Cremona
Contatta:

Re: Ascoltare ad alto volume danneggia l'udito?

#16 Messaggio da GianpieroMajandi »

Aladin ha scritto:Se esiste un modello matematico che possa prefigurare in teoria la condizione operativa , anche tenendo presente il numero degli occupanti,può esso predire con un minimo margine di errore quella situazione che poi sarà riscontrabile dalle verifiche successive?
Non solo esiste il modello matematico. Esistono software specifici che permettono di eseguire la cosiddetta "auralizzazione" (praticamente DRC al contrario, cioè un filtro a convoluzione derivato dalle condizioni acustiche calcolate, poi applicato ad un segnale), che ti permette di ascoltare direttamente in cuffia (o un'apposita cabina) quello che accadrà nella realtà. Più preciso è il modello, più precisa sarà la simulazione. Per quello sono attrezzato alla misura delle polari degli altoparlanti in campo libero, per la massima precisione devo rilevare i "balloon" (file che permettono la visualizzazione tridimensionale della direttività dei diffusori) e quindi inserirli nel software di simulazione. Poi si costruisce il 3D dell'ambiente, specificando tutti i materiali costituenti le superfici (comprese eventuali parti risonanti), si attivano le sorgenti (virtuali) e il sistema calcola la risposta all'impulso del tutto, nel punto dell'ambiente di volta in volta prescelto. A partire da ciò, il sistema genera il filtro di convoluzione che viene applicato a file audio specifici (voci, strumenti musicali), registrati in anecoica. Il risultato, se la simulazione è fatta con cura, è praticamente indistinguibile dalla realtà.
Ciao
Gianpiero

Avatar utente
GianpieroMajandi
Messaggi: 114
Iscritto il: 27/11/2016, 9:20
Località: Cremona
Contatta:

Re: Ascoltare ad alto volume danneggia l'udito?

#17 Messaggio da GianpieroMajandi »

Aladin ha scritto:Grazie per le dettagliate informazioni;le stesse metodiche si applicano anche per valutare l'intelligibilità del parlato casomai l'ambiente dovesse essere utilizzato per convegni,congressi o altro di simile?
A tal proposito non è per caso che si debbano costruire detti modelli partendo da necessarie precedenti valutazioni empiriche ?
Cioè vale ad affermare che i modelli per simulare quanto detto debbano necessariamente servirsi di valutazioni empiriche di base estrapolate dalle necessarie esperienze uditive?
Giuste domande.
1) I parametri che si applicano in un cinema sono essenzialmente quelli destinati alla speech intelligibility, solo espansi in frequenza (verso il basso e verso l'alto), visto che si tratta di locali di ampia cubatura destinati esclusivamente all'uso con sistemi di amplificazione/diffusione sonora, con l'aggiunta del dover rispettare standard precisi relativamente all'andamento in frequenza del tempo di riverberazione.
2) I modelli per le simulazioni derivano esclusivamente dalla fisica e dalla matematica, mentre i risultati che permettono di visualizzare (indici di intelligibilità, Seat-to-seat level, andamento dello spettro sonoro in ambiente) derivano da amplissimi screening condotti a suo tempo su un gran numero (svariate migliaia) di soggetti. Quindi derivano dall'analisi delle necessarie esperienze uditive/percettive.
Ciao
Gianpiero

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 7176
Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Il mio Impianto: molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: Ascoltare ad alto volume danneggia l'udito?

#18 Messaggio da MarioBon »

Aladin ha scritto:
GianpieroMajandi ha scritto:
Assolutamente si, soprattutto in queste sale che avranno sistemi audio custom totalmente a scomparsa e gli schemi che occuperanno l'intera parete frontale, per aumentare il livello di coinvolgimento.
Se esiste un modello matematico che possa prefigurare in teoria la condizione operativa , anche tenendo presente il numero degli occupanti,può esso predire con un minimo margine di errore quella situazione che poi sarà riscontrabile dalle verifiche successive?
il prof. Farina (http://pcfarina.eng.unipr.it/) ha sviluppato un programma per simulare il campo acustico all'interno di un edificio. (non farti ingannare dalla sua foto che vedi nel sito...)
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
GianpieroMajandi
Messaggi: 114
Iscritto il: 27/11/2016, 9:20
Località: Cremona
Contatta:

Re: Ascoltare ad alto volume danneggia l'udito?

#19 Messaggio da GianpieroMajandi »

MarioBon ha scritto:il prof. Farina (http://pcfarina.eng.unipr.it/) ha sviluppato un programma per simulare il campo acustico all'interno di un edificio. (non farti ingannare dalla sua foto che vedi nel sito...)
Infatti Ramsete (il software realizzato da Angelo e il suo staff, in cui il riferimento all'antico Egitto deriva dal fatto che viene impiegata la tecnica del "Pyramid Ray-Tracing") è uno dei software che uso. L'altro è Bose Modeler (6.5 Open, il mio è l'unico che gira in Europa con il suffisso "Open", che permette di inserire dati di sorgenti diverse da quelle normalmente presenti. Essere amico di Akira Mochimaru - colui che realizzò AcoustaCadd, cioè il primo software di questo genere in assoluto - ha avuto il suo peso, ora che Akira è deus-ex-machina di Bose Pro Corp.).
Per simulazioni più "leggere e veloci" utilizzo invece EASE. Ho ancora il vecchio AcoustaCadd, ma essendo un programma che gira sotto DOS l'ho messo un po' in disparte.
Ciao
Gianpiero

Avatar utente
mluxor
Messaggi: 124
Iscritto il: 01/12/2016, 15:47
Il mio Impianto: Ciao Massimo
Unison Research Unico Nuovo - Opera Quinta 2006 - Marantz cd 72 se MKII - Marantz HD DAC1 - Alimentazione NC Copper, NC Symphonia, NC Mantra, RAAM AUDIO Amadeus 5 - Cavo USB NC - Segnale NC Copper - Segnale HiDiamond2 - Potenza NC Mantra
Località: Albano L.

Re: Ascoltare ad alto volume danneggia l'udito?

#20 Messaggio da mluxor »

TomCapraro ha scritto:L'ascolto "sconsiderato" bene non fà.

Il mio concetto è quello di ridurre al minimo possibile il rumore acustico ambientale.

Se per ipotesi il rumore acustico rasentasse i 20dbA (da me ci si arriva) basterebbe poi un livello di picco massimo lineare di "appena" 100db per sfruttare l'intera dinamica di tutto il materiale registrato. (che eccezionalmente arriva, nelle migliori registrazioni del globo, a max 80db)
Approfittando delle ferie, che la piccola è a scuola, ho installato un fonometro sul tel e ho misurato il rumore e alle 9.00 del mattino misuro tra i 22 e i 25 db. Ora sto ascoltando intorno ai 70 db e mi sembra un volume soddisfacente.
Ciao
Massimo L.
Unison Research Unico Nuovo - Opera Quinta 2006 - Marantz cd72se MKII - Marantz HD DAC1 - Alimentazione (NC Copper, NC Symphonia, NC Mantra, RAAM AUDIO Amadeus 5) - Cavo USB NC - Segnale (NC Copper - HiDiamond2) - Potenza NC Mantra

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite