cavo piatto

Cavi di Alimentazione, Segnale e Potenza
Rispondi
Messaggio
Autore
Avatar utente
massimo
Messaggi: 120
Iscritto il: 13/07/2017, 10:45
Il mio Impianto: cd roksan dp1 convertitori dcs delius + purcel preampli threshold fet ten hl finali threshold S/200 x2 x-over bryston b10 sub diffusori autocostruiti

cavo piatto

#1 Messaggio da massimo » 11/05/2020, 13:13

salve : il cavo piatto per diffusori tipo nastro di rame, con poli divisi per il negativo e positivo e' bene che viaggino uno sopra all'altro o affiancati .
quali sono le differenze tra le due scelte.

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6098
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: cavo piatto

#2 Messaggio da MarioBon » 11/05/2020, 14:13

Se devi passare sotto ad un tappeto il cavo piatto ha una sua giustificazione. Al contrario è meglio un cavo "normale".
Come puoi vedere qui:
http://www.audioreview.it/documenti/tec ... OTENZA.pdf
Il flatwire sovrapposto presenta una capacità parassita veramente molto alta (6900 pF/metro = 7.9 nF) che può nuocere all'amplificatore. Con un cavo così, e un ampli a stato solido, il suono può apparire "lucido" ma in realtà significa che sta portando l'ampli verso la instabilità. Più l'ampli è controreazionato e peggio è.
Il flatwire affiancato presenta capacità e induttanza parassite molto basse ed è nettamente preferibile (anche se i valori misurati mi sembrano un po' ottimistici). Quindi non c'è storia: meglio affiancati.
Poi bisogna vedere il costo. Tra amplificatore e diffusori basta un cavo di buona sezione a conduttori paralleli e con una guaina che non sia in PVC e PVDF (ovvero non piezoelettrica).
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

carlochiarelli
Messaggi: 481
Iscritto il: 04/08/2018, 11:14
Il mio Impianto: Autocostruito

Re: cavo piatto

#3 Messaggio da carlochiarelli » 11/05/2020, 18:37

Forse sarò un poco maniacale ma passare un cavo elettrico a semplice isolamento sotto un tappeto non ignifugo non mi piace molto. Se fosse per me lo eviterei.

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6098
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: cavo piatto

#4 Messaggio da MarioBon » 12/05/2020, 12:31

In tanti anni non ho mai sentito un cavo scaldalrsi (almeno quelli che ho usato) sicuramente messo sotto un tappeto si scalda di più e, giustamente, ci vuole un po' di prodenza. Quidi mi correggo: niente cavi sotto ai tappeti.
Qui c'è scritto che può stare anche sotto alla tapezzerie:
https://www.hifidiprinzio.it/it/cavi/ca ... -fl12.html
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

carlochiarelli
Messaggi: 481
Iscritto il: 04/08/2018, 11:14
Il mio Impianto: Autocostruito

Re: cavo piatto

#5 Messaggio da carlochiarelli » 12/05/2020, 17:47

Il problema non è normalmente il solo riscaldamento dovuto alla corrente ma alla corrente di cortocircuito che per finali moderni è più di 10 ampere e che quindi possono sviluppare e sostenere incendi. Oltretutto per tensioni superiori ai 25vrms ( bassissima tensione) è obbligatorio il doppio isolamento sul cavo. Il cavo in questione mi sembra poco conforme alle norme attuali ( almeno per potenze superiori a 70w/8ohm). Ho un poco semplificato il discorso ma la sostanza è questa (bisogna valutare la tensione verso terra).
Comunque se volete sbizzarrirsi con i cavi, dal punto di vista industriale esiste già tutto, basta cercare .
Guardate ad esempio il catalogo Lapp o simili....

Avatar utente
Bergamotto
Messaggi: 848
Iscritto il: 10/02/2017, 18:55

Re: cavo piatto

#6 Messaggio da Bergamotto » 19/05/2020, 22:35

MarioBon ha scritto:
11/05/2020, 14:13
Il flatwire sovrapposto presenta una capacità parassita veramente molto alta (6900 pF/metro = 7.9 nF) che può nuocere all'amplificatore. Con un cavo così, e un ampli a stato solido, il suono può apparire "lucido" ma in realtà significa che sta portando l'ampli verso la instabilità.
scusa mario ma se un cavo ha una componente capacitiva elevata non dovrebbe tagliare gli alti quindi ottenere un suono più cupo ?, oppure è l'induttanza parassita che rende più cupo....oppure tutti è due :?:
grazie

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6098
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: cavo piatto

#7 Messaggio da MarioBon » 20/05/2020, 16:40

La induttanza parassita appare in serie al segnale e attenua le frequenze alte (poco, quasi nulla con tweeter dinamici).
La capacità parassita appare in parallelo all'uscita dell'ampli e può formare un circuito risonante con la componente indutiva della impedenza di uscita dell'amplificatore (specie se molto controreazionato e con fattore di smorzamento che diminuisce con la frequenza). In più riduce il guagagno ad anelo aperto dell'amplificatore (peggiora la distorsione) e, al limite, può portare l'ampli ad oscillare. Ne segue che una capacità troppo elevata può produrre un picco nella risposta e quindi aumentare il livello all'estremo alto della banda audio. In genere il suono diventa "lucido" e questo viene scambiato per un pregio del cavo. Questo tipo di effetto appare bello nell'immediato ma alla lunga stanca.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
Bergamotto
Messaggi: 848
Iscritto il: 10/02/2017, 18:55

Re: cavo piatto

#8 Messaggio da Bergamotto » 20/05/2020, 20:26

grazie mille, mario

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite