"Dominati" dal dominio del tempo.

L'udito, cosa udiamo, come udiamo
Rispondi
Messaggio
Autore
Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 7001
Iscritto il: 25/11/2016, 12:37
Località: Agrigento

Re: "Dominati" dal dominio del tempo.

#31 Messaggio da TomCapraro »

Zapuan ha scritto:Nessuno considera hi-fi gli ampli a valvole. Però sono belli da guardare e con brani di alcuni generi anche piacevoli a basso volume.
Certo, al netto delle sensazioni soggettive personali, si può dire che tecnicamente e oggettivamente un ampli che produce più distorsione (di qualsiasi tipo) risulta essere meno fedele di uno che ne produce meno.

p.s mi aspetto il solito commento dei vecchi ampli fortemente retroazionati con distorsioni dello 0,000000000000000000000000000001% che poi avrebbero suonato male.
Ebbene, quelle distorsioni erano misurate in regime stazionario con segnali di prova, ovvero dando tutto il tempo al circuito di "assestarsi".
Sarebbe bastata una misura in condizioni reali di funzionamento e...sotto carico, per fare emergere tutti i difetti che presentavano all'ascolto.
saluti, Tom

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6738
Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: "Dominati" dal dominio del tempo.

#32 Messaggio da MarioBon »

MarioBon ha scritto:La distorsione di forma è ben tollerata perchè "dura poco" a volte perfino ricercata (ampli a valvole).
Quindi non puoi considerare HiFi ampli e valvole: lì vai a metterci del "tuo" alla produzione. Totalmente opposto al flat...[/quote]
Gli amplificatori a valvole hanno delle caratteristiche che non pochi ricercano. Poi se li valuti con le misure strumentali, per certi aspetti li trovi al limite delle norme DIN. L'HiFi può essere interpretata sia come "massima fedeltà della riproduzione del segnale" che come "massima gradevolezza nella riproduzione del segnale". Difficilmente un oggetto che trapana le orecchie è gradevole da ascoltare (tranne forse per i Klingon).
Per quanto riguarda i diffusori acustici, visto che suonano tutti nel rispetto di una qualche "filosofia sonora", nessuno potrebbe essere classificato HiFi.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
markzzz
Messaggi: 58
Iscritto il: 03/07/2017, 8:41

Re: "Dominati" dal dominio del tempo.

#33 Messaggio da markzzz »

TomCapraro ha scritto:Guarda che costruire l'impianto perfetto è paradossalmente molto più semplice di farlo piacere poi a tutti gli utenti.
Da qui la sagra delle "diversità", la sagra delle interpretazioni, la sagra del...io ce l'ho più grosso.
TomCapraro ha scritto:Certo, al netto delle sensazioni soggettive personali, si può dire che tecnicamente e oggettivamente un ampli che produce più distorsione (di qualsiasi tipo) risulta essere meno fedele di uno che ne produce meno.
MarioBon ha scritto:L'HiFi può essere interpretata sia come "massima fedeltà della riproduzione del segnale" che come "massima gradevolezza nella riproduzione del segnale".
Riflessione filosofica: ma metter mano alla traccia/segnale (aggiungendo caratteristiche gradite all'ascoltatore) non è sinonimo di "manipolare l'arte a proprio piacimento"?
Gestire la massima gradevolezza del segnale lo interpreto come alterarlo (in parte) secondo le proprie preferenze. E se il segnale si altera, va di per se che concettualmente anche la musica (in parte) cambierà.

Esplicitamente, non stiamo operando un intervento sull'arte?

Avatar utente
Zapuan
Messaggi: 343
Iscritto il: 26/11/2016, 14:30

Re: "Dominati" dal dominio del tempo.

#34 Messaggio da Zapuan »

markzzz ha scritto:
TomCapraro ha scritto:Guarda che costruire l'impianto perfetto è paradossalmente molto più semplice di farlo piacere poi a tutti gli utenti.
Da qui la sagra delle "diversità", la sagra delle interpretazioni, la sagra del...io ce l'ho più grosso.
TomCapraro ha scritto:Certo, al netto delle sensazioni soggettive personali, si può dire che tecnicamente e oggettivamente un ampli che produce più distorsione (di qualsiasi tipo) risulta essere meno fedele di uno che ne produce meno.
MarioBon ha scritto:L'HiFi può essere interpretata sia come "massima fedeltà della riproduzione del segnale" che come "massima gradevolezza nella riproduzione del segnale".
Riflessione filosofica: ma metter mano alla traccia/segnale (aggiungendo caratteristiche gradite all'ascoltatore) non è sinonimo di "manipolare l'arte a proprio piacimento"?
Gestire la massima gradevolezza del segnale lo interpreto come alterarlo (in parte) secondo le proprie preferenze. E se il segnale si altera, va di per se che concettualmente anche la musica (in parte) cambierà.

Esplicitamente, non stiamo operando un intervento sull'arte?
Secondo me si. E non concordo con l'interpretazione di massima gradevolezza, che necessariamente è soggettiva, e si chiama my-fi, non hi-fi.
Hakuna matata a tutti

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 7001
Iscritto il: 25/11/2016, 12:37
Località: Agrigento

Re: "Dominati" dal dominio del tempo.

#35 Messaggio da TomCapraro »

Filosoficamente, ma anche tecnicamente è cosi.
Se si modifica il segnale originale si cambia lo stato artistico di ciò che ideologicamente è stato progettato.
A questo punto il 95% degli impianti si sognerebbero di mantenere intatta "l'arte".
Questo perché acusticamente i difetti non solo modificano il segnale, ma lo stravolgono del tutto.
saluti, Tom

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6738
Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: "Dominati" dal dominio del tempo.

#36 Messaggio da MarioBon »

Zapuan ha scritto: E non concordo con l'interpretazione di massima gradevolezza, che necessariamente è soggettiva, e si chiama my-fi, non hi-fi.
giusto, my-fi. Ma anche Hifi è tanto soggettivo. A meno che non si passi per delle misure ma anche così resta l'incertezza sui pattern di radiazione (interazione con l'ambiente nel senso dell'importanza che si vuole dare alle riflessiono laterali per esempio).
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
markzzz
Messaggi: 58
Iscritto il: 03/07/2017, 8:41

Re: "Dominati" dal dominio del tempo.

#37 Messaggio da markzzz »

TomCapraro ha scritto:Filosoficamente, ma anche tecnicamente è cosi.
Se si modifica il segnale originale si cambia lo stato artistico di ciò che ideologicamente è stato progettato.
A questo punto il 95% degli impianti si sognerebbero di mantenere intatta "l'arte".
Questo perché acusticamente i difetti non solo modificano il segnale, ma lo stravolgono del tutto.
Lo trovo pazzesco, a livello ontologico e concettuale.
C'è qualche branca "neuroscientifica" che propone questo modello?

Ci sono molte persone che sostengono il "guardare oltre" il medium con cui osserviamo, e quindi compensiamo le distorsioni dell'ambiente.
Sono davvero molto indeciso sulla reale consapevolezza di questo. Vorrei davvero avventurarmi in questo percorso.

Voi che ne pensate? Materiale? Risorse?

Avatar utente
The_bastonator
Messaggi: 180
Iscritto il: 26/01/2017, 16:08
Località: Roma

Re: "Dominati" dal dominio del tempo.

#38 Messaggio da The_bastonator »

Coinvolgendo la sfera delle percezioni e delle emozioni questo settore non può che essere "my-fi".
E' troppo forte l'influenza del fattore umano per prescinderne.

Giuseppe

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6738
Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: "Dominati" dal dominio del tempo.

#39 Messaggio da MarioBon »

Teniamo presente il "percorso" che fanno gli stimoli quando arrivano al nostro orecchio:

los simolo è una variazione di pressione => sensazione =>percezione (suono) => emozione =>sentimento

l'unica cosa certa è che lo stesso stimolo produce, in individui diversi, sensazioni simili.
Già con queste "sensazioni simili" siamo nel soggettivo.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
markzzz
Messaggi: 58
Iscritto il: 03/07/2017, 8:41

Re: "Dominati" dal dominio del tempo.

#40 Messaggio da markzzz »

Certo, ma io parlo dal punto di vista di un singolo ascoltatore (quindi un unico attore).

Cambiando impianto, cambio l'arte (in parte). Stiamo dicendo questo giusto?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti