Alimentazione e biwiring help.

Sorgenti, Amplificatori, diffusori acustici, ecc.
(tranne i cavi)
Rispondi
Messaggio
Autore
calibro
Messaggi: 34
Iscritto il: 04/04/2020, 15:48

Alimentazione e biwiring help.

#1 Messaggio da calibro » 21/11/2020, 19:22

l mio modesto impianto continua a suonare imperterrito (ieri 4 volte di seguito lo stesso CD ECM del 1993 di Jarrett Trio...).

È così composto:

Multilettore: Oppo BD 83 SE comprato e modificato AURION nel 2010.
Ampli: Musical Fidelity A1 comprato nel 1993 e modificato AURION nel 2010.
Casse: Klipsch Cornscala costruite nel 2010.
Cavi alimentazione: AURION per entrambi.
Cavo segnale: costruito in rame argentato isolato in teflon con connettori placcati in oro (presi da Audiokit di Aprilia se ricordo bene).
Cavi potenza: 4 mmq x2 in rame OFC (presi da Thomann se ricordo bene).

Il tutto è collegato ad una ciabatta VIMAR comune, attaccata ad una singola presa in salotto. Il tutto è in fase secondo il metodo di minimizzare la tensione dispersa verso terra.

I cavi sono disposti separando alimentazione da segnale e potenza per evitare spire ed interazioni deboli (secondo famoso articolo su AR).

Il cavo da presa a ciabatta è stato tagliato a misura per evitare grovigli.
L’impianto malgrado l’elevata sensibilità delle casse è assolutamente silenzioso.

Ebbene esiste una ciabatta più specifica dotata di presa filtrata per la sorgente che sia adeguata ad un impianto così modesto? Se si quale?
Oppure lascio stare xche’ la cosa non ha senso?

Secondo tema: potrei passare al biwiring lasciando il cavo esistente sul basso. Quale cavo adeguato al resto sarebbe consigliabile per il medio alto con il massimo dettaglio ed estensione?

Grazie!
LG Plasma 50" HD, SKYHD optical out > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131 >>
Oppo Aurion Audio BD-83 SE > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III

Svarione
Messaggi: 748
Iscritto il: 18/05/2019, 16:34
Il mio Impianto: K.heresy,audion silver night 300b,cdi naim
In estate causa calore valvole preferisco un ampli rega brio, e systemdek
Iix con testina wos 100

Re: Alimentazione e biwiring help.

#2 Messaggio da Svarione » 21/11/2020, 20:24

Ciao, ti rispondo volentieri:

La piattina

Avatar utente
virman71
Messaggi: 393
Iscritto il: 27/11/2016, 18:19
Il mio Impianto: Diffusori Cerwin Vega xls15----Triamplificazione attiva composta da Finale Crown mod.2502 sui wf,2 Crown mod 1502 rispettivamente su mid e tw,crossovering digitale tramite JRiver,scheda audio E-MU 1820

Re: Alimentazione e biwiring help.

#3 Messaggio da virman71 » 21/11/2020, 21:23

calibro ha scritto: 21/11/2020, 19:22 l mio modesto impianto continua a suonare imperterrito (ieri 4 volte di seguito lo stesso CD ECM del 1993 di Jarrett Trio...).

È così composto:

Multilettore: Oppo BD 83 SE comprato e modificato AURION nel 2010.
Ampli: Musical Fidelity A1 comprato nel 1993 e modificato AURION nel 2010.
Casse: Klipsch Cornscala costruite nel 2010.
Cavi alimentazione: AURION per entrambi.
Cavo segnale: costruito in rame argentato isolato in teflon con connettori placcati in oro (presi da Audiokit di Aprilia se ricordo bene).
Cavi potenza: 4 mmq x2 in rame OFC (presi da Thomann se ricordo bene).

Il tutto è collegato ad una ciabatta VIMAR comune, attaccata ad una singola presa in salotto. Il tutto è in fase secondo il metodo di minimizzare la tensione dispersa verso terra.

I cavi sono disposti separando alimentazione da segnale e potenza per evitare spire ed interazioni deboli (secondo famoso articolo su AR).

Il cavo da presa a ciabatta è stato tagliato a misura per evitare grovigli.
L’impianto malgrado l’elevata sensibilità delle casse è assolutamente silenzioso.

Ebbene esiste una ciabatta più specifica dotata di presa filtrata per la sorgente che sia adeguata ad un impianto così modesto? Se si quale?
Oppure lascio stare xche’ la cosa non ha senso?

Secondo tema: potrei passare al biwiring lasciando il cavo esistente sul basso. Quale cavo adeguato al resto sarebbe consigliabile per il medio alto con il massimo dettaglio ed estensione?

Grazie!
Se posso....biwiring a quale scopo?
Se parliamo di biamping già è un discorso differente ma in biwiring metti solo l'ampli in condizioni di avere un carico superiore per la somma della capacità dei cavi...secondo me non è il caso...poi fai te

calibro
Messaggi: 34
Iscritto il: 04/04/2020, 15:48

Re: Alimentazione e biwiring help.

#4 Messaggio da calibro » 22/11/2020, 19:21

Grazie dei contributi, come immaginavo rimanere in monowiring sembra la cosa migliore.

Per quanto riguarda la ciabatta filtrata mi sembra di capire che serva per impianti più importanti ed in effetti quelle che vedo sul mercato sembrano più adeguate ad elettroniche più costose.
LG Plasma 50" HD, SKYHD optical out > DRC Behringer DEQ2496 > DAC Keces Aurion Audio DA131 >>
Oppo Aurion Audio BD-83 SE > Musical Fidelity Aurion Audio A1 > Crites Klipsch Cornscala III

Svarione
Messaggi: 748
Iscritto il: 18/05/2019, 16:34
Il mio Impianto: K.heresy,audion silver night 300b,cdi naim
In estate causa calore valvole preferisco un ampli rega brio, e systemdek
Iix con testina wos 100

Re: Alimentazione e biwiring help.

#5 Messaggio da Svarione » 23/11/2020, 15:19

Mah.

Avessi io il tuo impianto,che non posso permettermi, penserei di sostituire il musical fidelity come upgrade..siamo a natale.

Cioè, niente cavi esoterici, niente biwiring, niente ciabatte speciali, condizionatori di rete, piedini e sottopiedini....etc.. insomma terrei a freno la voglia di fare biamping pure, e andrei dritto al sodo, un ampli meno caratterizzato

Non fraintendermi, non che il tuo non sia buono, è solo che è caaaldooo, mooolto caldo, suona rotondo e mal si confà alle cornwall, addormenta le trombe e alla lunga ti fa sbilanciare tutto il sistema per recuperare la piuttosto caratteristica emissione dell’ampli.

Ora non è necessario spendere cifre folli, a suo tempo quando ascoltai il fidelity, già un nad, un marantz, un mission, restituivano un suono meno sbilanciato.

Se poi ascolti keith jarreth ti sembrerà di sentire effettivamente molte cose che prima finivano affogate, coperte da quel basso, se vuoi spendere di più anche luxman è ottimo, e hai la fortuna che il tuo ampli è il più rotondo mai sentito in vita mia, quindi come cadi cadi sei in piedi, usato, lo provi, se non ti gusta lo restituisci.

Prova.

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6622
Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: Alimentazione e biwiring help.

#6 Messaggio da MarioBon » 23/11/2020, 15:49

calibro ha scritto: 21/11/2020, 19:22
Secondo tema: potrei passare al biwiring lasciando il cavo esistente sul basso. Quale cavo adeguato al resto sarebbe consigliabile per il medio alto con il massimo dettaglio ed estensione?

Grazie!
A parte il fatto che non sono un entusiasta del biwing, in banda audio il criterio principale di scelta è sempre lo stesso: la sezione del cavo che va commisurata all'impedenza del sistema ed alla lunghezza del cavo stesso.
Nel biwiring la cosa più naturale sarebbe usare due cavi uguali.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite