Oggi è il 22/09/2019, 19:36



Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
 Sistemi acustici modulari 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: 25/01/2017, 17:16
Messaggi: 636
Località: Roma
Rispondi citando
Messaggio Sistemi acustici modulari
Buongiorno! ;)
Stavo cercando in rete notizie su i miei woofers Peerles P835017 e ho trovato il sito della inglese CODE ACOUSTIS dove viene illustrato un sistema acustico modulare che a me sembra molto intelligente:
https://code-acoustics.blog/2017/08/01/ ... -3-months/
https://code-acoustics.blog/2017/08/08/ ... nths-pt-2/

Domanda: come mai sistemi del genere, che potenzialmente possono aiutare a contenere i problemi di acustica ambientale, sono così rari?


23/04/2019, 7:00
Profilo

Iscritto il: 29/11/2016, 23:39
Messaggi: 387
Località: Bergamo
Rispondi citando
Messaggio Re: Sistemi acustici modulari
Cosa intendi per rari? A me sembrano normali satelliti + sub woofer.


23/04/2019, 18:01
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 25/12/2016, 11:36
Messaggi: 165
Rispondi citando
Messaggio Re: Sistemi acustici modulari
potenzialmente possono aiutare a contenere i problemi di acustica ambientale,

se sono avvitati ai satelliti, hanno gli stessi "problemi".
Ci penso da anni, non ho ancora trovato un sistema più "furbo" della NPS 1000, se mai metterò assieme il diffusore "a mio uso" definitivo, non potrò che rubare quel concetto, Amen.


23/04/2019, 19:23
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 25/01/2017, 17:16
Messaggi: 636
Località: Roma
Rispondi citando
Messaggio Re: Sistemi acustici modulari
Beh, Grisulea, basta intendersi sui termini.
Il sistema in questione è un tre vie composto da 1 Tweeter, 1 mid-range e un gruppo di WOOFERS.
Questi ultimi sono in sospensione pneumatica e lavorano fino a 250 Hz.

Un SUB-WOOFER è un'altra cosa: è un elemento aggiuntivo che serve a riprodurre le frequenze più basse (diciamo la prima ottava, al massimo le prime due), estendendo in basso la risposta di un normale satellite che, per definizione, dovrebbe essere "autosufficiente".

Ora è probalile che quattro bestiole come i Peerless P835017, ben posizionate in ambiente, possano scendere molto in basso, ma dubito fortemente che possano riprodurre, come dichiarato dal progettista, dai 20 ai 250 Hz (4 ottave e mezzo!!!) senza importante distorsione di intermodulazione (io ho tre P835017 per canale, in sospensione pneumatica, con un Qtc= 0,69 e una Fs a 42 Hz...).

La cosa positiva sta nel fatto che i woofers possono essere disposti agli angoli della stanza (ad altezze diverse dal pavimento), mentre il gruppo mid-tweeter può essere posizionato distante dalle pareti laterali (magari in una libreria a filo con i libri...).
;)


23/04/2019, 19:28
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 25/01/2017, 17:16
Messaggi: 636
Località: Roma
Rispondi citando
Messaggio Re: Sistemi acustici modulari
Coltr@ne ha scritto:
potenzialmente possono aiutare a contenere i problemi di acustica ambientale,

se sono avvitati ai satelliti, hanno gli stessi "problemi".
Ci penso da anni, non ho ancora trovato un sistema più "furbo" della NPS 1000, se mai metterò assieme il diffusore "a mio uso" definitivo, non potrò che rubare quel concetto, Amen.

Io sono un patito dei sub e ho due di questi http://www.audioplay.it/ap-tfsub/
Quando li provammo a casa di Giussani, Renato li abbinò alla meglio (senza crossover) alle NPS1000 e la differenza si sentì!
Le NPS1000 sono dei diffusori fantastici, è vero,
Ma hanno tre WOOFERS da 10", in sospensione pneumaticache, che non possono, fisicamente, fare il lavoro di un sub progettato ad hoc.


23/04/2019, 19:41
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 25/12/2016, 11:36
Messaggi: 165
Rispondi citando
Messaggio Re: Sistemi acustici modulari
TeoMarini ha scritto:
Coltr@ne ha scritto:
potenzialmente possono aiutare a contenere i problemi di acustica ambientale,

se sono avvitati ai satelliti, hanno gli stessi "problemi".
Ci penso da anni, non ho ancora trovato un sistema più "furbo" della NPS 1000, se mai metterò assieme il diffusore "a mio uso" definitivo, non potrò che rubare quel concetto, Amen.

Io sono un patito dei sub e ho due di questi http://www.audioplay.it/ap-tfsub/
Quando li provammo a casa di Giussani, Renato li abbinò alla meglio (senza crossover) alle NPS1000 e la differenza si sentì!
Le NPS1000 sono dei diffusori fantastici, è vero,
Ma hanno tre WOOFERS da 10", in sospensione pneumaticache, che non possono, fisicamente, fare il lavoro di un sub progettato ad hoc.


Beh, poi si possono scegliere gli altoparlanti che più aggradano, a seconda di ciò che si vuole ottenere. :P


23/04/2019, 19:49
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 25/01/2017, 17:16
Messaggi: 636
Località: Roma
Rispondi citando
Messaggio Re: Sistemi acustici modulari
Coltr@ne ha scritto:
Beh, poi si possono scegliere gli altoparlanti che più aggradano, a seconda di ciò che si vuole ottenere. :P

Perdonami se insisto, ma secondo me i compiti di un subwoofer sono diversi da quelli di uno o più woofers.


23/04/2019, 19:58
Profilo

Iscritto il: 29/11/2016, 23:39
Messaggi: 387
Località: Bergamo
Rispondi citando
Messaggio Re: Sistemi acustici modulari
TeoMarini ha scritto:
Beh, Grisulea, basta intendersi sui termini.
Il sistema in questione è un tre vie composto da 1 Tweeter, 1 mid-range e un gruppo di WOOFERS.
Questi ultimi sono in sospensione pneumatica e lavorano fino a 250 Hz.

Un SUB-WOOFER è un'altra cosa: è un elemento aggiuntivo che serve a riprodurre le frequenze più basse (diciamo la prima ottava, al massimo le prime due), estendendo in basso la risposta di un normale satellite che, per definizione, dovrebbe essere "autosufficiente".

Ora è probalile che quattro bestiole come i Peerless P835017, ben posizionate in ambiente, possano scendere molto in basso, ma dubito fortemente che possano riprodurre, come dichiarato dal progettista, dai 20 ai 250 Hz (4 ottave e mezzo!!!) senza importante distorsione di intermodulazione (io ho tre P835017 per canale, in sospensione pneumatica, con un Qtc= 0,69 e una Fs a 42 Hz...).

La cosa positiva sta nel fatto che i woofers possono essere disposti agli angoli della stanza (ad altezze diverse dal pavimento), mentre il gruppo mid-tweeter può essere posizionato distante dalle pareti laterali (magari in una libreria a filo con i libri...).
;)



Non credo che con un taglio a 250 hz i bassi si possano mettere dove capita. Direi al massimo a 70 cm dal mid (sarebbe opportuno).


23/04/2019, 20:17
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 25/01/2017, 17:16
Messaggi: 636
Località: Roma
Rispondi citando
Messaggio Re: Sistemi acustici modulari
Grisulea ha scritto:
Non credo che con un taglio a 250 hz i bassi si possano mettere dove capita. Direi al massimo a 70 cm dal mid (sarebbe opportuno).

Posso anche essere d'accordo con te e non intendevo dire che il sistema indicato fosse per me l'ideale.
Comunque bisogna sempre tener conto dell'ambiente...http://www.renatogiussani.it/la-miglior ... -ambiente/
e allontanare di 70 cm un midrange dalla parete laterale può essere importante.


23/04/2019, 20:27
Profilo
Amministratore del forum
Avatar utente

Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Messaggi: 5000
Località: Venezia
Rispondi citando
Messaggio Re: Sistemi acustici modulari
i woofer dovrebbero essere questi.
https://www.tymphany.com/drivers/driver_functions/specsheet.php?id=245
per sapere che pressione si può produrre a 20 Hz basta conoscere lo spostamento volumetrico:
SD=483.1 cmq Xmax=12.3 mm => SV= 5942.13 cm2 x mm (0.5942 litri)

con un woofer si ottengono 93.06 dB a 20 Hz a un metro
con 3 woofer si possono ottenere 102.6 dB a 20 Hz a i metro.
con 4 woofer si possono ottenere 105.1 dB a 20 Hz a i metro.

Questa è la pressione che si ottiene pilotando il woofer in cassa chiusa con un tono sinusoidale a 20Hz aumentando la tensione di pilotaggio finchè non viene raggiunta l'escursione massima e non ha nulla a che vedere con il carico impiegato. Potrebbe trattarsi di una cassa chusa o reflex opportunamente equalizzata. Diciamo che "potenzialmente" è quello che si può ottenere.

Attenzione però perché a 40 Hz si ottengono esattamente 12 dB in più. Per esempio in cassa chiusa da 60 litri si ottengono -3dB a 39Hz con Qt=0.7 (39 Hz a-3 dB). Con 4 woofer in serie parallelo la sensibilità sarebbe di (88.56+6)=94.56 dB (servono 240 litri totali). La massima pressione teorica a 39-40 Hz per 4 woofer vale 118 dB. Per arrivare a 118 dB a 39 Hz, tenuto conto che sono a -3dB, si deve aumentare il livello di 118-3-94.5=20.5dB ovvero aumentare la potenza di 112 volte (rispetta a quella necesaria per ottenere 95.5 dB). Per arrivare comodi a 20 Hz basta allineare i woofer in modo che il Qtotale in cassa sia circa 0.6 e poi farsi aiutare dall'ambiente. Diciamo che con un amplificatore a stato solido da 200 Watt ce n'é in sovrabbondanza.

Tutto questo su mezzo spazio. In angolo (con due pareti in più) l'SPL può salire anche di 12 dB o più (e questo si sfrutta per estedere la risposta).

Questo woofer è dotato di anelli di alluminio per cortocircuitare il campo magnetico ed estendere il polo centrale grazie ai quali produce una distorsione molto ridotta.
A 250 Hz, ka vale 0.57 quindi siamo ancora nella regione di funzionanmento a pistone rigido e dalla curva di impedenza non si vedono segni di rottura se non oltre 1000Hz.
In sostanza nulla vieterebbe di utilizzare questo woofer fino a 250 Hz (facendogi riprodurre una decade o poco più che per la distorsione Doppler va bene).

Poi bisogna vedere come si possono mettere assieme 4 woofer con i satelliti che si vedono nelle foto ma questo è un'altra storia.

Un sistema di sub-woofer modulare è molto interessante e chi vuole lo può fare acquistando il numero di sub che desidera (purché di dimensioni "ridottte"). Più complicato realizzare un sistema modulare per le frequenze medie perchè, aumentando il numero di altoparlanti, inevitabilmente cambia anche la dispersione polare e non è detto che tutti i parametri vadano a migliorare.
In più, per non complicare troppo le cose, un sistema modulare dovrebbe essere necessariamente amplificato.
Se qualcuno conosce e Opera Tebaldi e le Opera Caruso si sarà accorto che, per quanto riguarda woofer e medi, la Caruso è una Tebaldi "raddoppiata" (con qualche "aggiustamento").

P.S. si noti che nelle pecifiche c'è scritto

DC Resistance Revc Ohms 2.51
Minimum Impedance Zmin Ohms 3.36
e
Half Space Sensitivity @2.83V db@2.83V/1M dB 88.57 +/- 1.0db
Half Space Sensitivity @1W/1M db@1W/1M dB 84.8 +/- 1.0db

la differenza di sensibilità (con 2.83V e 1W) 88.57-84.8=3.77
corrisponde a 10log(3.36/8)=3.767 dB
I rendimento di questo woofer è quindi basso e vale
0.3631% riferito allo spazio intero (SPL +0dB)
ma alcuni considerano:
0.7244% riferito a mezzo spazio (SPL +6dB)
2.88% se posto in angolo. (SPL +12dB)
Se fosse una tromba il rendimento sarebbe calcolato rispetto 6.72 Ohm (il doppio della impedenza) e diventerbbe il doppio (5.75% per Q=8).
Con questo sistema di calcolo, che moltiplica il rendimeno arbitrariamente per N volte non è difficile oltre il 50%.
Il rendimento, in base alla definizione, va riferito allo spazio intero e quindi è pari a 0.3631%.

_________________
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)


24/04/2019, 12:02
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: TomCapraro e 10 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi


LA VOSTRA VOCE SENZA INTERFERENZE
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware. Hosted by MondoWeb