un Kit con larga banda e sub woofer

richieste, consigli, scambi di opinioni per chi realizza in proprio difusori acustici e altri dispositivi audio
Messaggio
Autore
Avatar utente
TeoMarini
Messaggi: 763
Iscritto il: 25/01/2017, 16:16
Località: Roma

Re: un Kit con larga banda e sub woofer

#11 Messaggio da TeoMarini » 16/09/2020, 15:24

rollo ha scritto:
16/09/2020, 14:42
...
- l' e800 lo sostituirei con un ber. a800, costa poco di più ma da quello che mi hanno detto va meglio. poi se è solo per il sub magari non si sente nemmeno.
...
Io sono un po' diffidente sui Classe D e sui finali instabili sui 2 Ohm.
Hai mai fatto un pensierino sui Behringer EP 2000, in classe AB, o sui Behringer EP 4000, in classe H (che ho io, con grande soddisfazione...)?
Ciao! ;)

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6440
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: un Kit con larga banda e sub woofer

#12 Messaggio da MarioBon » 16/09/2020, 16:11

rollo ha scritto:
16/09/2020, 14:42
io un paio di suggerimenti e anche una domanda li avrei, in ordine:
- al kit che somiglia alla prima cosa che ho fatto una trentina di anni fa ci aggiungerei anche un tweeter o un super tweeter, tagliato più o meno alto, dopo può cominciare a suonare. imho.
- l' e800 lo sostituirei con un ber. a800, costa poco di più ma da quello che mi hanno detto va meglio. poi se è solo per il sub magari non si sente nemmeno.
- quella del larga banda montato su pannello fino è interessante. serve per farlo risuonare meglio ? con i woofer cosiddetti seri ho sempre sentito che ci vogliono mobili sordi.
Dell'E800 ho parlato sperando di dissuadere le persono ad adoperarlo tranne in casi particolari (e non per questo kit almeno non con il larga banda)
il pannello sotttile serve per evitare riflessioni in prossimità del cono.
Per quanto riguarda il tweeter proporrò un dipolo posteriore.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
rollo
Messaggi: 570
Iscritto il: 01/03/2018, 16:31
Il mio Impianto: cd ampli casse

Re: un Kit con larga banda e sub woofer

#13 Messaggio da rollo » 17/09/2020, 8:00

e poi un' altra cosa interessante ( a meno di ulteriori complicazioni, tipo il mobile del sub oppure il cross ) potrebbe essere quella di far andare il sub
con un carico di tipo passabanda e collegare tutto in serie con i satelliti , aggiungendo poi in parallelo i tweeter, usando quindi un unico ampli.

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6440
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: un Kit con larga banda e sub woofer

#14 Messaggio da MarioBon » 17/09/2020, 10:26

Lo scopo della sorgente posteriore è "riempire" la risposta in potenza che, nel larga banda da 5", comincia a ridursi a partire da 1000Hz (in modo blando per poi "accelerare") a causa dell'aumentare della direttività con la frequenza.

Dato che la risposta sull'asse di ascolto è già soddisfacente non dobbiamo peggiorarla con l'interferenza della sorgente posteriore (che arriva necessariamente in ritardo).

La soluzione sta nell'adottare una sorgente che irradia ovunque ma non sull'asse di radiazione. Per esempio un dipolo. Quindi la sorgente posteriore è cotituita da due tweeter, collegati in controfase, posti in colonna a circa 10 centimetri di distanza uno dall'altro.
La risposta del dipolo è già limitata alla basse frequenze ma un filtro passa alto è comunque necessario per impedire che i tweeter brucino. Il fatto di mettere due tweeter in serie ne raddoppia l'impedenza e questo torna utile nell'economia generale anche perchè non ci sarà un amplificatore dedicato alla sorgente posteriore. La sorgente posteriorecon il suo filtro saràcollegata in parallelo al larga banda TB.

I tweeter della sorgente posteriore possono essere scelti con una certa libertà rispettando queste tre indicazioni:
- devono essere uguali (evitare le cupole trattate a mano edi prodotti artigianali)
- impedenza nominale di 8 Ohm
- sensibilità minima di 90 dB (a un metro con 2.83 Vrms)
Un modello adatto è lo Scanspeak D2608 913000 ma ci sono anche ottimi tweeter della Wavecore, Seas emolti altri.

se si posizionno gli altoparlanti in libreria il dipolo posteriore non va utilizzato.
Non va sottovalutata la possibilità di essere montato a fianco dell'altoparlante principale.

Se la sorgente posteriore a dipolo può essere aggiunta a qualsiasi diffusore a patto che l'impedenza sia abbastanza alta (in modo che l'impedenza totale non scenda troppo).

Il filtro passa alto è del secondo ordine e impiega una bobina da 0.6mH un condensatore da 3.3 e una resistore. Il valore del resistore dipende da due fattori:
- la sensibilità del tweeter
- il gusto personale.

Come valori indicativi del resistore:
- tweeter da 90-91 dB => resistore da 1 Ohm
- tweeter da 92-93 dB => resistore da 3.9 Ohm
- tweeter da 94-95 dB => resistore da 12 Ohm

Questi calori saranno poi aumentati o diminuiti a sentimento. E' consigliato partire con un valore "alto" per poi ridurlo (aumentando l'effetto).
Nei modelli Diva e Divina il tweeter utilizzato è lo Scanspeak D2608 913000 (sensibilità 91-92 dB) e i valori sono 0.6 mH, 3.3 uF e 3.3 Ohm.
Immagine
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6440
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: un Kit con larga banda e sub woofer

#15 Messaggio da MarioBon » 17/09/2020, 10:26

Immagine
Questa qui sopra è la simulazione della dispersione verticale del dipolo senza il filtro passa alto.
Come si vede sull'asse di radiazione c'è un bel buco e il dipolo irradia verso l'alto e verso il basso immettendo potenza acustica nell'ambiente (che alimenta il campo riflesso).
Dato che la radiazione sull'asse è nulla il dipolo può essere montato sia sul pannello frontale che sul pannello posteriore.
Quando è montato sul pannello frontale starà di fianco al larga banda allineato in modo che il centro del dipolo sia alla stessa altezza del centro dell'altoparlante. Per il miglior risultato l'altoparlante deve trovarsi all'altezza delle orecchie dell'ascoltatore.

A questo punto, chi ha deciso di imbarcarsi in questa avventura, dovrebbe avere informazioni sufficienti per cominciare a fare delle scelte.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
scintilla
Messaggi: 66
Iscritto il: 19/11/2017, 20:57

Re: un Kit con larga banda e sub woofer

#16 Messaggio da scintilla » 17/09/2020, 10:37

Questo tweeter mi sembra adatto allo scopo
https://www.axiomedia.it/download/83d6b ... d9bc0a6001

costa poco ( meno di 20 Euro) ma dal datasheet sembra veramente carino

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6440
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: un Kit con larga banda e sub woofer

#17 Messaggio da MarioBon » 17/09/2020, 10:45

rollo ha scritto:
17/09/2020, 8:00
e poi un' altra cosa interessante ( a meno di ulteriori complicazioni, tipo il mobile del sub oppure il cross ) potrebbe essere quella di far andare il sub
con un carico di tipo passabanda e collegare tutto in serie con i satelliti , aggiungendo poi in parallelo i tweeter, usando quindi un unico ampli.
Questa soluzione è intrigante ma nasconde delle difficoltà non indifferenti. Tra sub e satellite si dovrebbe realizzare un filtro di tipo serie che richiede la compensazione delle impedenze (quindi un filtro con molti componenti che devono essare anche di buona qualità). Anche con un filtro parallelo non sarebbe semplice.
Il sub passa banda ha una risposta in frequenza limitata (sia verso l'alto che verso il basso) e difficilmente potrebbe andare d'accordo che il larga banda che ha una escursione limitata. Questo sistema sarebbe alla portata solo di chi, già pratico ella materia, disponesse anche della possibilità di fare misure e simulazioni.
L soluzionesarebbe progettare un sistema "fisso" completamente predeterminato perdendo qualsiasi flessibilità. Questo proposto deve essere principalmente un sistema semplice e flessibile.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
rollo
Messaggi: 570
Iscritto il: 01/03/2018, 16:31
Il mio Impianto: cd ampli casse

Re: un Kit con larga banda e sub woofer

#18 Messaggio da rollo » 17/09/2020, 12:15

grazie. chiedo anche un' altra cosa sui tweeter a dipolo posteriore, ovvero questi possono essere aggiunti a qualsiasi diffusore, tipo un due vie classico per capirsi,
adeguando solo il livello di emissione ?
scintilla ha scritto:
17/09/2020, 10:37
Questo tweeter mi sembra adatto allo scopo
https://www.axiomedia.it/download/83d6b ... d9bc0a6001

costa poco ( meno di 20 Euro) ma dal datasheet sembra veramente carino
questi volevo provarli anche io, ultimamente ho usato dei monacor anche non dei più economici la li ho trovati abbastanza trapananti, seppur
aperti e dettagliati.

Avatar utente
scintilla
Messaggi: 66
Iscritto il: 19/11/2017, 20:57

Re: un Kit con larga banda e sub woofer

#19 Messaggio da scintilla » 17/09/2020, 12:47

Tutto dipende da come li filtri
in casa monacor ho usato molte volte i DT25, se filtrati bene sono molto validi

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6440
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: un Kit con larga banda e sub woofer

#20 Messaggio da MarioBon » 17/09/2020, 13:57

rollo ha scritto:
17/09/2020, 12:15
grazie. chiedo anche un' altra cosa sui tweeter a dipolo posteriore, ovvero questi possono essere aggiunti a qualsiasi diffusore, tipo un due vie classico per capirsi, adeguando solo il livello di emissione ?
Il dipolo ha una impedenza di 12 Ohm più la resistenza in serie. Se questi 12-15 Ohm in parallelo non abbassano troppo l'impedenza si può usare il dipolo.
Se invece serve un dipolo con impedenza più alta si possono fare tre scelte:
- cercare un tweeter più sensibile (e aumentare la resistenza in serie)
- realizzare un CLD (doppio dipolo) che ha 4 tweeter in serie che ha impedenza doppia (da 24-30 Ohm)
- usare una tromba che a 2000 Hz sia già molto direttiva (e per sua natura richiede una resistenza in serie molto alta.

Un tweeter da 95 dB è questo (in origine era un VIFA):
https://www.scan-speak.dk/datasheet/pdf ... 920000.pdf
di questi se ne potrebbe usare anche uno solo ma tagliato a 4000 Hz (come il Monacor DT 25N).

Qui si parla del CLD (che esiste dal 2003):
http://www.mariobon.com/Articoli_nuovi/ ... liarie.htm
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite