John Cage e la camera anecoica

cose e notizie curiose...
Rispondi
Messaggio
Autore
Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6098
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

John Cage e la camera anecoica

#1 Messaggio da MarioBon » 24/09/2018, 14:39

tratto da qui:
http://www.leparoleelecose.it/?p=33129
Un’esperienza di camera (semi)anecoica passata alla storia è quella più volte raccontata dal compositore americano John Cage. Nel 1951, dopo essere andato a Boston, Cage si recò in una stanza semianecoica dell’Università di Harvard. “Tutti quelli che mi conoscono sanno questa storia. La ripeto continuamente”, affermò una volta Cage. “In quella stanza silenziosa, udii due suoni, uno alto e uno basso. Così domandai al tecnico di servizio perché, se la stanza era tanto a prova di suono, avevo udito due suoni. Disse: ‘Me li

descriva’. Lo feci. Rispose: ‘Il suono alto era il suo sistema nervoso in funzione, quello basso il suo sangue in circolazione’” (Cage, 1967, p. 88). Meno noto è il parere su questo celebre aneddoto di un’altra grande compositrice americana, Pauline Oliveros, secondo la quale in quella stanza il musicista in realtà stava ascoltando i suoni provocati dalle avvisaglie dell’ictus per cui sarebbe morto. Secondo Oliveros, in quella stanza, Cage aveva sentito il suo futuro.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
LLLLeonardo
Messaggi: 157
Iscritto il: 03/07/2017, 12:19
Il mio Impianto: http://i64.tinypic.com/f9im4h.jpg

Re: John Cage e la camera anecoica

#2 Messaggio da LLLLeonardo » 24/09/2018, 16:19

Ma Cage non è morto 40 anni dopo?

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6098
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: John Cage e la camera anecoica

#3 Messaggio da MarioBon » 24/09/2018, 17:07

si vede che è un metodo con una predizione a lungo tempo (oppure una balla).
Non per nulla e nella sazione "Curiosità".
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
Polin
Messaggi: 313
Iscritto il: 04/01/2017, 9:18
Località: Italia

Re: John Cage e la camera anecoica

#4 Messaggio da Polin » 25/09/2018, 7:54

In codeste circosatnze è anche possibile avere qualche piccola allucinazione dato che si crea una voragine "sensoriale"che manda in crisi alcune connessioni. Nel caso di cofosi bilaterale (acquisita o congenita) tutta l'attività sensoriale si focalizza sui rimanenti organi di senso ri/organizzando conseguentemente le connessioni neuronali.
Inoltre, se presenti anche in minima parte, gli acufeni prenderebbero facilmente il sopravvento sul silenzio (anomalo) di una camera anecoica!
Saluti

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6098
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: John Cage e la camera anecoica

#5 Messaggio da MarioBon » 26/09/2018, 9:03

Che dentro una camera anecoica non si possa resistere a lungo è cosa nota e sperimentata.
Io ci sono stato (anche se non chiuso dentro e non a solo) e la senzazione non è piacevole: sembra di avere due dita infilate nelle orecchie (sensazione tattile). Ne ho ho costruita una (piccola) e mettendoci dentro la testa la sensazione era la stessa.
Anche nel deserto il silenzio è molto "profondo" e c'è chi si sveglia di colpo credendo di essere investito da un treno. In realtà aveva sentito il rumore del sangue che saliva verso la testa.
L' uomo, per vivere, ha bisogno di rumore (circa 20 dB minimo, come nelle biblioteche pù sileziose).
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
massimoto 68
Messaggi: 374
Iscritto il: 25/11/2016, 17:38
Il mio Impianto: Impianto n 01: Diffusori Malibran by Unison, CD2 by Unison, Unico Pre+ due Unico DM a ponte e per la liquida mac mini+dac Moon
Impianto n 02: Opera Quinta mod.2011 in SP + integrato Unison Unico secondo+ CD Golde Note Koala
Località: Castel Goffredo (MN)

Re: John Cage e la camera anecoica

#6 Messaggio da massimoto 68 » 26/09/2018, 9:42

Mario Bon ha scritto:L' uomo, per vivere, ha bisogno di rumore (circa 20 dB minimo, come nelle biblioteche pù sileziose).
Ma allora il fenomeno di Bracciano con i suoi soli '' 9db'' di rumore è al limite di ''sopravvivenza'', rischia di impazzire :D
Per l'impianto audio.......... sono per il made in Italy.
Un saluto e buona musica da Massimo Ferri dalla provincia di Mantova

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6098
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: John Cage e la camera anecoica

#7 Messaggio da MarioBon » 26/09/2018, 11:02

Bracciano è un posto particolare: se non vale il Secondo Princio delle Termodinamica è probabile che anche le altre conoscenze non siano valide.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite