Fabrizio Calabrese: Energia, Potenza, Rendimento (cc)

...per non dimenticare i problemi lessicali di Calabrese che ha tradotto "sensibilità" con "efficienza" (e non solo...)
https://audioitalia.mondoforum.com/view ... =27&t=1450.
Regole del forum
"Dove sussistono problemi lessicali non è possibile formulare ragionamenti logici" (P.A.M. Kistanami). Niente insulti e parolacce. A quelle ci pensa già il Sig. Fabrizio Calabrese.
Messaggio
Autore
carlochiarelli
Messaggi: 481
Iscritto il: 04/08/2018, 11:14
Il mio Impianto: Autocostruito

Re: Fabrizio Calabrese: Energia, Potenza, Rendimento (cc)

#51 Messaggio da carlochiarelli » 22/07/2019, 17:16

Per quelli come me che cercano di capire, attenzione che aumentare all’infinito la resistenza “riflessa a primario” ( concedetemi il termine che Mario vi spiegherà improprio) non è possibile perché per primo ci sono le perdite “parallele” che limitano in alto il tutto. In un trasformatore il limite minimo è dato dalle perdite serie e quello massimo dalle perdite di magnetizzazione ( parallelo) . In un altoparlante le perdite in parallelo quai sono? Per similitudine direi le perdite per isteresi sul ferro.
Poi bisogna analizzare la trasformazione di energia elettrica in energia meccanica e quindi anche qui le perdite vanno conteggiate, ad esempio l’isteresi delle sospensioni. La massa della membrana non provoca perdite ma aumenta la parte reattiva dell’impedenza totale. O no?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: SEMrush [Bot] e 1 ospite