(DRC)...calabrese...non è vero ciò che dici...

...per non dimenticare i problemi lessicali di Calabrese che ha tradotto "sensibilità" con "efficienza" (e non solo...)
https://audioitalia.mondoforum.com/view ... =27&t=1450.
Regole del forum
"Dove sussistono problemi lessicali non è possibile formulare ragionamenti logici" (P.A.M. Kistanami). Niente insulti e parolacce. A quelle ci pensa già il Sig. Fabrizio Calabrese.
Messaggio
Autore
Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6100
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: (DRC)...calabrese...non è vero ciò che dici...

#11 Messaggio da MarioBon » 14/06/2019, 14:41

Ora vediamo, in modo semplice, cosa deve fare un DRC o un Dirac.

Target è la risposta (funzione di trasferimento) che si vuole ottenere
A è la risposta del sistema di altoparlanti (in genera a fase mista)
Rt è la risposta totale Rt = A S
S è la risposta della stanza (sicuramente a fase non minima).

Nel punto di ascolto Rt = A S
ma noi vogliamo che Rt diventi uguale a Target quindi dobbiano fare questa operazione:

Target = Rt (Target/Rt) ) = A S (Target/Rt)

Se A e S fossero a fase minima Rt sarebbe invertibile e l'operazione sarebbe banale. Purtroppo Rt non è a fase minima e non può essere invertita senza un po' di fatica. Qui interviene il software che (con i metodi opportuni) la inverte e la compone con il segnale cha alimenta gli altoparlanti (liberandoci dagli effetti negativi dell'ambiente).

Quindi il "trucco" che consente di correggere l'ambiente è la definizione della curva Target. Per definire la funzione di correzione servono delle misure (per determinare Rt) e un algoritmo per invertirla. Per definire Rt (che dipende anche dal punto di misura) servono più misure in punti diversi dello spazio.

Giunti a questo punto si può credere ad una teoria validata dalla sperimentazione di migliaia di utenti in giro per il mondo oppure non credere e sentirsi diffamati (e contemporaneamente porsi al di fuori dal contesto scientifico).
Del resto c'è chi crede che la Terra sia piatta ma poi prende l'aereo e va in Nuova Zelanda: la realtà non cambia.

Ho riassunto un po' le cose per risparmiare la fatica di leggere gli articoli orginali.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

carlochiarelli
Messaggi: 481
Iscritto il: 04/08/2018, 11:14
Il mio Impianto: Autocostruito

Re: (DRC)...calabrese...non è vero ciò che dici...

#12 Messaggio da carlochiarelli » 14/06/2019, 19:09

Sempre andando a spanne, si può dire che il DRC contiene un algoritmo molto furbo, che permette di superare il problema della non invertibilita’ della FdT senza problemi di preringing.

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6100
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: (DRC)...calabrese...non è vero ciò che dici...

#13 Messaggio da MarioBon » 15/06/2019, 10:48

Vorrei tornare un attimo su questa espressione:

Target = Rt (Target/Rt) = A S (Target/Rt)

se il sistema è lineare, ovvero se non produce distorsione di alcun tipo, si può scrivere indifferentemente

Target = Rt (Target/Rt) ) = A S (Target/Rt) = = S A (Target/Rt) = (Target/Rt) A S

con tutte le permutazioni possibili. Se il sistema non è lineare (produce distorsione) la risposta complessiva dipende dall'ordine in cui viene fatta l'operazione.
Questa, che è una considerazione molto teorica, ha una ricaduta pratica importante: il sistema di altoparlanti che deve essere corretto deve avere distorsione bassa o, quanto meno, quando si fanno le misure di calibrazione, non si deve esagerare con il volume (per mantenere la distorsione a livelli accettabili).
Quindi le misure per calibrare la correzione ambientale devono essere fatte ad un volume abbastanza alto per stare sopra al rumore ma abbastanza basso da non generare distorsione.
La scelto dello sweep sinusoidale, da questo punto di vista è ideale per quanto riguarda il rumore ma bisogna fare un po' di attenzione a non esagerare con il livello.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite