Condannati ad ascoltare in un punto soltanto?

ho questo problema...questa è la soluzione
DRC, equalizzazione attiva e passiva
Messaggio
Autore
Avatar utente
Flavio
Messaggi: 498
Iscritto il: 14/12/2016, 17:07
Contatta:

Re: Condannati ad ascoltare in un punto soltanto?

#11 Messaggio da Flavio » 25/11/2019, 18:23

Un aspetto interessante del JBL Synthesis SDP-55 è che utilizza Dirac Live Bass Management,
Dirac Live BM calcola e sceglie la miglior frequenza di crossover ottimizzando la risposta combinata della sommatoria di sub e speakers operando su risposta in fase ed ampiezza (gestisce il crossover al posto dell'AVR a differenza di quanto accade normalmente) ed inoltre corregge le interazioni sempre presenti fra subwoofers multipli.
Questo è possibile anche grazie all'utilizzo di un canale dedicato per ogni subwoofer.
Degno di nota infine il fatto che anche in presenza di un solo subwoofer è possible collocarlo più liberamente in una posizione esteticamente più piacevole.
Warning: I miei posts possono essere di parte anche se in buona fede.. io lavoro per Dirac Research :-)

Avatar utente
faber_57
Messaggi: 102
Iscritto il: 04/12/2016, 21:43
Il mio Impianto: Stax SRM-T1 e Stax L700

Re: Condannati ad ascoltare in un punto soltanto?

#12 Messaggio da faber_57 » 10/02/2020, 18:05

Inserisco in questo thread una domanda che penso sia tutto sommato in tema.
Volendo effettuare più misure dell'impulso con il DRC di Sbragion nell'intorno della testa dell'ascoltatore, avrebbe senso fare una media dei vari impulsi rilevati riallineandoli nel tempo? Parlo di una ventina di centimetri, non di metri.

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 6762
Iscritto il: 25/11/2016, 11:37
Località: Agrigento

Re: Condannati ad ascoltare in un punto soltanto?

#13 Messaggio da TomCapraro » 10/02/2020, 18:27

faber_57 ha scritto:Inserisco in questo thread una domanda che penso sia tutto sommato in tema.
Volendo effettuare più misure dell'impulso con il DRC di Sbragion nell'intorno della testa dell'ascoltatore, avrebbe senso fare una media dei vari impulsi rilevati riallineandoli nel tempo? Parlo di una ventina di centimetri, non di metri.
Ciao faber, per mia esperienza no, molto meglio la rilevazione simmetrica in dual mono con capsula microfonica posizionata in prossimità del padiglione auricolare, ma puntato verso il diffusore.
saluti, Tom

Avatar utente
faber_57
Messaggi: 102
Iscritto il: 04/12/2016, 21:43
Il mio Impianto: Stax SRM-T1 e Stax L700

Re: Condannati ad ascoltare in un punto soltanto?

#14 Messaggio da faber_57 » 10/02/2020, 20:42

TomCapraro ha scritto:
Ciao faber, per mia esperienza no, molto meglio la rilevazione simmetrica in dual mono con capsula microfonica posizionata in prossimità del padiglione auricolare, ma puntato verso il diffusore.
E' il metodo che adotto normalmente. L'altro metodo lo vedevo bene per mediare l'ampiezza del segnale assai variabile anche per minimi spostamenti, ma avevo qualche perplessità riguardo alla fase al salire della frequenza. Dal tuo commento credo di capire che alla prova pratica i risultati sono stati deludenti.

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 6762
Iscritto il: 25/11/2016, 11:37
Località: Agrigento

Re: Condannati ad ascoltare in un punto soltanto?

#15 Messaggio da TomCapraro » 11/02/2020, 8:43

faber_57 ha scritto:
E' il metodo che adotto normalmente. L'altro metodo lo vedevo bene per mediare l'ampiezza del segnale assai variabile anche per minimi spostamenti, ma avevo qualche perplessità riguardo alla fase al salire della frequenza. Dal tuo commento credo di capire che alla prova pratica i risultati sono stati deludenti.
Il "trucco" sta nel trovare la migliore coerenza tra la gamma alta riprodotta dal diffusore e quella rilevata dalla capsula.
In questo modo il DRC applicherà una correzione senza il rischio di ritrovarsi con una rilevazione falsata in cui verrebbe compensato (se si usa guadagno) o attenuato un livello fittizio. (formazione di extra roll-off) in quanto la rilevazione ad alta frequenza è abbastanza sensibile alla posizione microfonica.
saluti, Tom

Avatar utente
faber_57
Messaggi: 102
Iscritto il: 04/12/2016, 21:43
Il mio Impianto: Stax SRM-T1 e Stax L700

Re: Condannati ad ascoltare in un punto soltanto?

#16 Messaggio da faber_57 » 11/02/2020, 9:33

Quindi potrebbe avere un senso fare una rilevazione MMM per sapere quale è la risposta mediata nell'intorno del punto di ascolto (ad esempio orecchio sinistro) ed utilizzare la risposta all'impulso più simile per ottenere il file per la convoluzione.

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 6762
Iscritto il: 25/11/2016, 11:37
Località: Agrigento

Re: Condannati ad ascoltare in un punto soltanto?

#17 Messaggio da TomCapraro » 11/02/2020, 10:40

faber_57 ha scritto:Quindi potrebbe avere un senso fare una rilevazione MMM per sapere quale è la risposta mediata nell'intorno del punto di ascolto (ad esempio orecchio sinistro) ed utilizzare la risposta all'impulso più simile per ottenere il file per la convoluzione.
Io faccio in questo modo: vado a vedere la risposta in anecoica del diffusore per capire il comportamento della risposta alle alte, in assenza effettuo una rilevazione a circa 1 metro in asse e all'altezza delle orecchie, da qui traccio nell'analizzatore una curva di riferimento.
Spostandomi nel punto ascolto regolo la posizione della capsula in modo che non si discosti troppo dalla risposta di riferimento.
In questo modo avrò "conservato" al meglio quelle che sono le caratteristiche originarie del diffusore, senza introdurre variazioni fuorvianti.
La correzione opererà secondo una base non alterata dalla posizione, che trattandosi di alte frequenze risulta alquanto rognosetta.
Ovviamente il microfono dev'essere calibrato.
saluti, Tom

Avatar utente
faber_57
Messaggi: 102
Iscritto il: 04/12/2016, 21:43
Il mio Impianto: Stax SRM-T1 e Stax L700

Re: Condannati ad ascoltare in un punto soltanto?

#18 Messaggio da faber_57 » 11/02/2020, 12:25

Perfetto. Non mi resta che provare.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite