Equalizzazione e correzione ambientale.

ho questo problema...questa è la soluzione
DRC, equalizzazione attiva e passiva
Messaggio
Autore
Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 6762
Iscritto il: 25/11/2016, 11:37
Località: Agrigento

Re: Equalizzazione e correzione ambientale.

#11 Messaggio da TomCapraro » 02/06/2019, 9:06

TeoMarini ha scritto:Tom, mentre tu scrivevi, io ho aggiunto un P.S., precisando che l'Ergo agisce fino ai 500 Hz.
Sarà per questo che spostandosi dal punto d'ascolto ottimale per la percezione stereo, si percespisce, ovviamente, la differenza di "palcoscenico", ma non si odono differenze tra con e senza DRC?
Certo...!!! Essendo l'ergo un sistema che " non modifica " la risposta in frequenza oltre una certa frequenza, all'ascolto si avverte la sensazione che non sia cambiato nulla, anche perché nella zona dei medioalti siamo molto sensibili e selettivi.
Per poter fare questo con il DRC bisogna modificare la target curve, quindi modellarla affinché "riproponga" quella a cui siamo abituati, inoltre limitare la correzione della fase in eccesso ad una frequenza circa in cui opera l'ergo...500hz appunto.
Diciamo che il DRC è un sistema settabile a 360 gradi ma...molto meno plug&play.
saluti, Tom

Grisulea
Messaggi: 558
Iscritto il: 29/11/2016, 22:39
Località: Bergamo

Re: Equalizzazione e correzione ambientale.

#12 Messaggio da Grisulea » 02/06/2019, 9:11

mario061 ha scritto:Neanche a me i pifferai e i santoni sono mai piaciuti, da qualsiasi parte stiano, credo nel buon senso e nella tolleranza, quindi ognuno faccia quello che gli pare... :mrgreen:

Io uso da poco un miniDSP (sono sempre andato con un DCX2496) e mi sono fatto una curva di risposta che sta dentro i 3dB, ma scende progressivamente al salire della frequenza, perchè è la curva che all'ascolto preferisco. E siccome il mio impianto non è uno strumento per dimostrare quanto sono bravo o per capire quanto buona sia una incisione, preferisco ascoltare per ore senza farmi venire il nervoso perchè la definizione è altissima ma il suono troppo trapanante causa incisione straccia, e in giro ce ne sono tante di incisioni così così.

Per fine anno ho promesso a un amico che proverò anche il DRC, che ritengo una esperienza da fare per curiosità personale, e anche perchè ascolto sempre in un punto ben preciso, non ho esigenze da albergatore o da supermercato...
Il minidsp in effetti, in perticolare se usato su molte vie, rende quasi unutile l'uso del drc tranne nel caso in cui la gamma bassa sia eccessivamente lunga, in quel caso un intervento è sicuramente vantaggioso tenendo conto che lo si può fare limitandolo alla sola gamma bassa. Solo un intervento in correzione eccessivo obbliga ad una posizione fissa, comunque necessaria per un ascolto di elevatà qualità in riferimento all'immagine, personalmente potevo spostarmi in tutta la stanza senza avvertire particolari variazioni che non fossero quelle percepite anche senza farne uso. Perchè pare ci si dimentichi che, drc o non drc, spostandosi la "musica cambia"... anche dal vivo.

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 6762
Iscritto il: 25/11/2016, 11:37
Località: Agrigento

Re: Equalizzazione e correzione ambientale.

#13 Messaggio da TomCapraro » 02/06/2019, 9:30

Una volta mi invitarono per ascoltare un sistema di riproduzione il quale avrebbe dovuto garantire una resa omogenea in qualsiasi punto della sala.
Effettivamente ho avvertito una sensazione di omogeneità... però al contempo nel punto ascolto il suono risultava completamente scialbo e poco incisivo.
Non c'era focalizzazione, non si distinguevano i piani sonori.
Diciamo che alla fine suonava maluccio ovunque... quindi omogeneizzazione senza un vero punto in cui poter ottenere un suono convincente.
saluti, Tom

Avatar utente
TeoMarini
Messaggi: 764
Iscritto il: 25/01/2017, 16:16
Località: Roma

Re: Equalizzazione e correzione ambientale.

#14 Messaggio da TeoMarini » 02/06/2019, 9:35

Della serie "chi troppo vuole, nulla stringe"... :D

Avatar utente
mario061
Messaggi: 771
Iscritto il: 02/12/2016, 16:46

Re: Equalizzazione e correzione ambientale.

#15 Messaggio da mario061 » 02/06/2019, 16:27

Grisulea ha scritto:.... Perchè pare ci si dimentichi che, drc o non drc, spostandosi la "musica cambia"... anche dal vivo.
Pensa che esiste un posto dove puoi posizionarti anche dietro alle casse ed è come se fossi davanti... però non ti dico dove... è un segreto...
la gente piccola la riconosci subito, ti spiega quanto è grande...

Avatar utente
Flavio
Messaggi: 498
Iscritto il: 14/12/2016, 17:07
Contatta:

Re: Equalizzazione e correzione ambientale.

#16 Messaggio da Flavio » 04/06/2019, 9:43

mario061 ha scritto:
Grisulea ha scritto:.... Perchè pare ci si dimentichi che, drc o non drc, spostandosi la "musica cambia"... anche dal vivo.
Pensa che esiste un posto dove puoi posizionarti anche dietro alle casse ed è come se fossi davanti... però non ti dico dove... è un segreto...
Con questi?
https://www.lexicon.com/productdetail/~ ... /sl-1.html

:) Flavio
Warning: I miei posts possono essere di parte anche se in buona fede.. io lavoro per Dirac Research :-)

Avatar utente
mario061
Messaggi: 771
Iscritto il: 02/12/2016, 16:46

Re: Equalizzazione e correzione ambientale.

#17 Messaggio da mario061 » 04/06/2019, 9:48

C'è chi riesce anche senza mettere le casse in mezzo alla stanza, anzi, poggiandole al muro.... :mrgreen: :mrgreen:
la gente piccola la riconosci subito, ti spiega quanto è grande...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: SEMrush [Bot] e 1 ospite