Piccolo impianto molto speciale.

Affermazioni da non dimenticare. Più che postare commenti postate le affermazioni di FC che vi hanno colpito.
Regole del forum
Niente insulti e parolacce. A quelle ci pensa già il Sig. Fabrizio Calabrese.
Messaggio
Autore
Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6440
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: Piccolo impianto molto speciale.

#31 Messaggio da MarioBon » 14/09/2020, 15:48

Allora farò brutta figura....il 3D è già nella sezione DIY
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Interference
Messaggi: 254
Iscritto il: 24/04/2019, 15:28

Re: Piccolo impianto molto speciale.

#32 Messaggio da Interference » 14/09/2020, 19:30

Scrive l'utente "zenone48":
Per fare un esempio: quanti ingressi ha il DCX (che mi pare sia previsto con funzioni pre, dac, crossover; magari fa anche il caffè..), quante sorgenti si possono collegare e come, quali cavi, connettori, adattatori eventuali e se sono forniti; un elenco in sostanza di quello che può essere fornito e come collegarlo...).
Qualche utente aveva affermato che il "DCX fa da pre"... beh, proviamo a rispondere (come siamo magnanimi):

1. il DCX ha un ingresso digitale AES/EBU e due ingressi analogici XLR;

2. serve un convertitore RCA 75 ohm - XLR 110 ohm per entrare in S/PDIF (il formato digitale è supportato). Il modo più economico di pilotarlo è un PC con uscita S/PDIF nativa e poi adattatore XLR. Le interfacce USB-AES/EBU (tipo le MUTEC) tendono invece ad essere costose... il PC serve anche per controllare il volume cosa che il DCX non può fare :roll:

3. in analogico si può entrare in XLR o da RCA a XLR con appositi cavi o adattatori; gli input sono compatibili con segnali sbilanciati ma occhio ai loop di massa... anche qui per la mancanza di controllo volume si potrebbe ovviare con un pre che esca in XLR e faccia da selettore sorgenti (un po' sprecato se la sorgente analogica è una sola).

Avatar utente
mario061
Messaggi: 771
Iscritto il: 02/12/2016, 16:46

Re: Piccolo impianto molto speciale.

#33 Messaggio da mario061 » 14/09/2020, 19:41

L'ingresso analogico del DCX funziona benissimo anche se si entra in sbilanciato. Il problema del DCX è che ha una guadagno molto elevato in uscita, e se lo si collega a un finale "casalingo" senza controlli di livello, e si hanno diffusori un pò efficenti, il soffio è facilmente udibile anche a qualche metro di distanza. Io l'ho modificato togliendo il circuito bilanciatore in uscita che fa anche una parte del guadagno di segnale. In questo modo può pilotare tranquillamente finali casalinghi sbilanciati aenza potenziometri attenuatori, e non si sente soffio su diffusori. Ma non è una operazione alla portata di tutti, e soprattutto è una vera a propria manomissione dell'oggetto che perde istantaneamente la garanzia.
la gente piccola la riconosci subito, ti spiega quanto è grande...

enne.effe
Messaggi: 125
Iscritto il: 08/01/2017, 9:22

Re: Piccolo impianto molto speciale.

#34 Messaggio da enne.effe » 17/09/2020, 8:46

Fabrizio Calabrese ha introdotto i "Filtri di Cauer" o filtro ellittico. Ma non hanno anche qualche problema? Chi ne sa di più?

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6440
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: Piccolo impianto molto speciale.

#35 Messaggio da MarioBon » 17/09/2020, 11:01

I filtri Cauer possono avere una pendenza iniziale molto decisa ma poi l'attenuazione fuori banda è limitata. Dovrebbero essere implementati con ordine piuttosto alto poco compatibile con le realizzazioni passive.

Chi fosse interessato può leggere questo:
http://www.mariobon.com/Glossario/___Fi ... ittici.pdf
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite