Audio_Italia
http://audioitalia.mondoforum.com/

L'Impianto di Grisulea
http://audioitalia.mondoforum.com/viewtopic.php?f=4&t=1013
Pagina 6 di 9

Autore:  MarioBon [ 04/01/2018, 14:52 ]
Oggetto del messaggio:  Re: L'Impianto di Grisulea

si (immagino siano disposti in verticale ma il tipo ed il numero è essenziale).

Autore:  Grisulea [ 05/01/2018, 0:19 ]
Oggetto del messaggio:  Re: L'Impianto di Grisulea

MarioBon ha scritto:
si (immagino siano disposti in verticale ma il tipo ed il numero è essenziale).


Gli altoparlanti sono il tw Audaphone JP 2.0, il midrange Bohlender Graebenr RD 75 ed i woofer sono i TB 6-623. Sono disposti come fossero tre casse reflex una sull'altra. L'altezza è circa 2 metri, il tw è a circa 105 di altezza (misura centro altp). La spalla dritta e 10 cm il nastrone 8cm (la parte visibile), lavora a dipolo. Il tw è ad 1 cm circa. In alto sono larghe 30 cm circa in basso, esclusa base circa 55 cm. I woofer sono 17,65 cm il foro reflex 9,5. Se li dividi in 3 ogni sezione è 66 cm quindi dovresti più o meno capire le misure.

I centri dei woofer più alto e più basso stanno a circa 175/180 cm l'uno dall'altro. La cassa è circa 120 litri mi pare accordata a 40 hz circa (son passati 10 anni non ricordo)

Se servono misure esatte le devo fare. Fammi sapere quali eventualmente. A cosa ti servono?

Immagine

Autore:  MarioBon [ 05/01/2018, 16:43 ]
Oggetto del messaggio:  Re: L'Impianto di Grisulea

Se il midrange non fosse stato un "pezzo unico" ma più trasduttori uno sopra l'altro si sarebbe potuto fare un sistema progressivo. Qui si potrebbe fare solo con i woofer e quindi non vale la pena. Comunque grazie per le info.

Autore:  Grisulea [ 05/01/2018, 18:38 ]
Oggetto del messaggio:  Re: L'Impianto di Grisulea

Ma con un taglio a 200 hz avrebbe avuto senso?

Autore:  MarioBon [ 06/01/2018, 13:33 ]
Oggetto del messaggio:  Re: L'Impianto di Grisulea

Il problema di una sorgente così "lunga" non è il taglio verso il basso ma quello verso l'alto.
Per quanto riguarda il taglio verso il basso basta che la distanza (laterale) tra l'array di woofer ed il nastro sia minore della lunghezza d'onda al taglio (a 500 Hz meno di 68 cm => ideale meno di 34). I woofer sono talmente poco profondi che non mi porrei il problema dell'allineamento temporale.
L'altro limite è Il massimo SPL riproducibile alla minima frequenza utile (mi pare sia specificato da 150 Hz in su).
Evidentemente si tratta di un trasduttore pensato per ottenere un certo effetto.
In particolare dovrebbe essere affiancato ad altri trasduttori con un tipo di radiazione simile (sul piano verticale). Quindi è corretto realizzare l'array di woofer, un po' più critico metterci vicino un nastro molto più corto che con una dispersione verticale molto più ampia.
In genere però questi sistemi suonano molto bene perché distorsione e mascheramento sono molto bassi e la riproduzione della gamma media risulta di ottima qualità. Questi pregi sono molto più appaganti di qualche piccolo difetto (specie se la frequenza di taglio del tweeter è "alta" (sopra 5kHz).
Se fosse possibile proverei a togliere il filtro passa basso al nastro dei medi facendogli riprodurre tutto lo spettro e a girare il tweeter verso la parete posteriore alzandone l'emissione. In pratica userei il tweeter per compensare la risposta in potenza (che con un nastro così lungo si riduce sensibilmente alle frequenze alte) incrementando la Brillanza (da 2kHz in su sarebbe ottimale). Ma si tratta di un mio vezzo....

Autore:  Grisulea [ 06/01/2018, 15:01 ]
Oggetto del messaggio:  Re: L'Impianto di Grisulea

I pannelli era affiancati ai woofer, il taglio 200 hz quindi più che sufficiente.
Il mid era incrociato al tw a 7000 hz.
Forse il suo grande pregio è proprio la banda passante estremamente ampia. Ricordo che Wisdom ad esempio NON usa tw ma il solo rd 75 fino all'estremo alto. Credo proprio che i difetti di una singola sorgente estesa vengano compensati della coerenza di emettere quasi tutto da un solo altoparlante.
In gamma altissima ho preferito aggiungere il tw, uno solo.

Continua il lavoro di allineamento e di scelta dei tagli. Ho seguito la procedura tw su mid alto, fino a quando, a fasi invertite, si crea il buco, poi rimesso in fase e via via con le vie più basse fino ad avere tutto in fase e tutto collegato al +

Autore:  Alessandro Cioni [ 10/03/2018, 10:23 ]
Oggetto del messaggio:  Re: L'Impianto di Grisulea

Grisulea ha scritto:
Alessandro Cioni ha scritto:
Il nastrone lo fai effettivamente lavorare da 200 a 7K?
Il sistema è totalmente multiamplificato con filtri attivi?


Era attivo sui bassi e passivo sui medio alti. In pratica è nato come tre vie, array di 6,5" con crossover elettronico a frequenza e q variabili della aurio audio sui bassi e passivo per i 2 nastri. Poi ho messo i sub e con 4 vie ho finito per usare il dbx 234 tranne che sugli alti dove rimaneva passivo (taglio a 7000 Hz). Il tw si può evitare ma lo preferivo con. Da 200 hz non ha problemi (i problemi sono altri ma dovrei tirare in ballo ..... lasciamo perdere). Ad un top audio mi avvicinai al distributore delle genesis chiedendo dove venisse tagliato l'rd 50 (cinquanta non 75) di quel sistema da 80 keuro!!!! Mi disse ad 80 hz!!! Per me strillava troppo. Credo comunque che sulla genesis 1.1 sia tagliato molto più in basso dei 200 anche perché non ci sono wooferini da 6.5, incrocia direttamente con dei 12" mi pare. Secondo me comunque suona molto naturale usandolo da circa 500. Ma il mio array di woofer sopra i 200 non va, è nato per quella lunghezza d'onda massima, sopra diventa un casino di picchi e buchi. Ormai quello era il progetto. Ho pensato a volte di metterci dei 4 pollici da 200 a 1500 per vedere l'effetto che fa, ora che ho cross fino a 10 vie e ho parecchi ampli disponibili. Poi son partito coi tromboni e non se ne è fatto più nulla.
Buon anno a tutti

So che ormai hai preso la via delle trombe, ma ti dico cosa farei io se non potessi aggiungere altre risorse, ossia rimanendo con subboni, l'array di 6”, rd75, e nastrino.
Da quello che hai scritto le tre frequenze di incrocio che hai scelto sono 70/80Hz, 150/200Hz, 7KHz.
Ritengo che questo generi un'iniqua distribuzione del lavoro, perché in soldoni, stai dando 2 ottave alla prima via, 1 alla seconda, oltre 5 alla terza, una alla quarta.
Non mi affiderei troppo alle specifiche dell'rd75, dove probabilmente c'è scritto che moltiplica pani e pesci.
Ricordati che in regime musicale il livello di “inquinamento” di una via sale a partire dalla prima frequenza emessa.
Quindi la seconda via, eccessivamente scarica, la farei salire almeno fino a 350/400Hz, probabilmente anche oltre, e chiuderei certamente le porte reflex.
Avresti meno rumore in gamma media e alta, e una maggiore pressione sonora efficace.
Il nastrino lo lascerei a 7KHz, ma lo utilizzerei solo se potesse anche lui godere di un'amplificatore dedicato e di relativo filtro attivo con pendenze di almeno 24db/oct.

Potendo invece aggiungere risorse penserei ad inserire almeno un altro array di coni, magari da 2/2,5”, che raccorderebbero meglio le grandi masse in basso con il leggerissimo rd75.
Sempre in multiamplificazione, naturalmente.

Autore:  Grisulea [ 10/03/2018, 13:19 ]
Oggetto del messaggio:  Re: L'Impianto di Grisulea

Il sistema nasce a 3 vie. Array di 6,5” taglio elettronico e nastri in passivo, anche il passa alto. Il sub arriva solo dopo 7anni con la stanza nuova, prima era inutile, l'array scendeva nel vecchio ambiente fino a 28 hz grazie alla posizione. Ho provato il sub fino a 140 Hz senza percepire particolari problemi, direi che 70/80 è un taglio corretto. La seconda vie nasce fino a 220 proprio per sfruttare la particolarità del nastro, coprire tutta la gamma vocale, altrimenti usavo altro visto il costo spaventoso dell'oggetto. Considerando che c'è chi lo usava anche fino a sotto i 100 Hz me ne stavo tranquillo. Comunque provato dai 400/ 500 suona per me molto più naturale (anche se perde “quel tipo” di suono. Il problema è che l'array sopra i 200 Hz non funziona correttamente e spostare il taglio più in alto pasticcia un po nella partre bassa della gamma media. Con il senno di poi un array di 4” a fianco ci stava e non è detto che un giorno non si faccia. Il vero problema è che il nastro ha dei problemi, in particolare uno, non li fanno più, ed il costo era comunque esagerato. Partendo da 600 hz avrei usato allora i nastri B&G piccoli, dieci volte meno costosi. Comunque quel suono cercavo e quello riuscii ad avere. Se non avessi avuto a che fare con un imb..... /imb... 2 parole diverse....va be lascio perdere..... Lo rifacessi da zero: Woofer da 15” fno a 100 probabilmente in cassa chiusa, array di 5” casa chiusa fino a 500, nastrone e nastro singolo, quadriamp con dsp. Credo che cercare altro sarebbe assolutamente inutile se non per provarci così come sto facendo. Per ascoltare musica in modo eccellente basta il tre vie iniziale. Per quanto riguarda le differenti membrane e masse non ho mai sentito differenza, il tutto mi è parso (ci è visto che molti lo hanno sentito) perfettamente fuso.

Autore:  Grisulea [ 17/08/2018, 22:02 ]
Oggetto del messaggio:  Re: L'Impianto di Grisulea

Ho ripreso a lavorarci. L'allineamento ormai quello è. Spostando di poco gli altoparlanti il picco si sdoppia quindi credo di esserci. Le fasi sono controllate e tra prove di ascolto e misure più o meno ci siamo. Forse si potrebbe fare qualcosa di meglio cambiando i tagli. Ho provato una nuova tromba sugli alti e delle nuove membrane di 8 al posto che a 16 ohm. Qualche differenza ma nulla di eclatante. Il driver su queste trombe sale poco, più che altro viene molto caricato in basso e poi precipita velocemente. Sto riflettendo su due ipotesi. Disegnare e realizzare una corta tromba per gli alti che abbia una risposta più piatta pur meno estesa lato medi. Aggiungere una sesta via. Il candidato sarebbe il tw a nastro già disponibile. Ho fatto alcune prove ed il risultato non mi dispiace. Trovo che il nastro abbia un suono leggermente più raffinato di quello del driver in gamma altissima, almeno caricato dalle due trombe disponibili.
Prima di procedere voglio però sistemare la questione alimentatori dei crossover. Mi sono accorto che uno dei due aveva qualche piccolo problema. L'ho sostituito con uno simile ma mi pare che quello originale dell'altro canale vada leggermente meglio. Vi chiedo quindi consiglio per due alimentatori di costo umano da 12 volt almeno 5 ampere. Ora uso degli switching ma non mi dispiacerebbe usarne di tradizionali. Ho visto ad esempio lo Zetagi ft 146 ma non so se possa andare o meno. Non vorrei nemmeno prendere dei lineari per poi accorgermi che gli switching vanno uguali e costano la metà. Tom? Hai qualche nome da proporre? Hai fatto qualche prova? Il contenitore metallico sarebbe gradito, si trovano a tu per tu con un groviglio di cavi. Naturalmente con il più basso rumore possibile.
Un saluto a tutti.

Autore:  TomCapraro [ 17/08/2018, 22:12 ]
Oggetto del messaggio:  Re: L'Impianto di Grisulea

Grisulea ha scritto:
Ho ripreso a lavorarci. L'allineamento ormai quello è. Spostando di poco gli altoparlanti il picco si sdoppia quindi credo di esserci. Le fasi sono controllate e tra prove di ascolto e misure più o meno ci siamo. Forse si potrebbe fare qualcosa di meglio cambiando i tagli. Ho provato una nuova tromba sugli alti e delle nuove membrane di 8 al posto che a 16 ohm. Qualche differenza ma nulla di eclatante. Il driver su queste trombe sale poco, più che altro viene molto caricato in basso e poi precipita velocemente. Sto riflettendo su due ipotesi. Disegnare e realizzare una corta tromba per gli alti che abbia una risposta più piatta pur meno estesa lato medi. Aggiungere una sesta via. Il candidato sarebbe il tw a nastro già disponibile. Ho fatto alcune prove ed il risultato non mi dispiace. Trovo che il nastro abbia un suono leggermente più raffinato di quello del driver in gamma altissima, almeno caricato dalle due trombe disponibili.
Prima di procedere voglio però sistemare la questione alimentatori dei crossover. Mi sono accorto che uno dei due aveva qualche piccolo problema. L'ho sostituito con uno simile ma mi pare che quello originale dell'altro canale vada leggermente meglio. Vi chiedo quindi consiglio per due alimentatori di costo umano da 12 volt almeno 5 ampere. Ora uso degli switching ma non mi dispiacerebbe usarne di tradizionali. Ho visto ad esempio lo Zetagi ft 146 ma non so se possa andare o meno. Non vorrei nemmeno prendere dei lineari per poi accorgermi che gli switching vanno uguali e costano la metà. Tom? Hai qualche nome da proporre? Hai fatto qualche prova? Il contenitore metallico sarebbe gradito, si trovano a tu per tu con un groviglio di cavi. Naturalmente con il più basso rumore possibile.
Un saluto a tutti.


Conosco molto bene le prestazioni di un accoppiata trasformatore + PSU.
Avrebbe 160 watt e fa registrare una frequenza spuria (frequenza di commutazione) attorno i 500khz.
Entro domani ti mando il link.

Pagina 6 di 9 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
http://www.phpbb.com/