Effetto della distorsione all'ascolto

Tecniche e strumenti di misura, test di varia natura
Messaggio
Autore
Avatar utente
Bergamotto
Messaggi: 1098
Iscritto il: 10/02/2017, 19:55

Re: Effetto della distorsione all'ascolto

#11 Messaggio da Bergamotto »

TomCapraro ha scritto: 27/05/2020, 0:00 Con un ottimo setup di acquisizione si completa il cerchio. (la clio pocket accetta tensioni sufficienti per far distorcere un ampli)
Ti servirebbe un banco di resistenze per evitare di collegare i diffusori e rischiare danni.
non ho capito il discorso della clio e che tipo di "banco di resistenze" a che serve e come si collega ?

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 7051
Iscritto il: 25/11/2016, 12:37
Località: Agrigento

Re: Effetto della distorsione all'ascolto

#12 Messaggio da TomCapraro »

Bergamotto ha scritto: 27/05/2020, 0:05 non ho capito il discorso della clio e che tipo di "banco di resistenze" a che serve e come si collega ?
L'impianto riproduce la musica, fino all'amplificatore.
l'amplificatore lo si può collegare ai diffusori...per distorsioni ed SPL "contenute"...quindi tramite la clio acquisire il segnale dai morsetti del diffusore e salvarlo in formato WAV.
La durata dello stimolo dovrebbe essere compresa tra 20 secondi e un minuto.
Per distorsioni ed SPL importanti non conviene collegare i diffusori pena il rischio di danneggiarli, per cui vanno inserite delle resistenze di carico con adeguato wattaggio.
Il segnale poi va prelevato ai morsetti dell'amplificatore.

Avendo a disposizione il file musicale originale e il file acquisito e salvato, si sottopongono a confronto tramite il software di cui accennato.
saluti, Tom

Avatar utente
faber_57
Messaggi: 102
Iscritto il: 04/12/2016, 22:43
Il mio Impianto: Stax SRM-T1 e Stax L700

Re: Effetto della distorsione all'ascolto

#13 Messaggio da faber_57 »

TomCapraro ha scritto: 26/05/2020, 23:42 Non percepisci molto la distorsione perchè non è abbastanza elevata.
-39dB equivalgono all'1,1%
Sinceramente pensavo che livelli di distorsione di questa grandezza fossero facilmente percepibili. In un thread precedente affrontavi il fenomeno specificando che in un test i partecipanti avevano percepito fino allo 0.2% di distorsione, ma probabilmente in un brano come quello utilizzato da me l'effetto mascheramento prevale.

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 7051
Iscritto il: 25/11/2016, 12:37
Località: Agrigento

Re: Effetto della distorsione all'ascolto

#14 Messaggio da TomCapraro »

faber_57 ha scritto: 27/05/2020, 13:54
Sinceramente pensavo che livelli di distorsione di questa grandezza fossero facilmente percepibili. In un thread precedente affrontavi il fenomeno specificando che in un test i partecipanti avevano percepito fino allo 0.2% di distorsione, ma probabilmente in un brano come quello utilizzato da me l'effetto mascheramento prevale.

Esattamente, distorsioni molto contenute verrebbero percepite in determinate condizioni...a volte con una voce solista femminile durante un acuto.
Sono fondamentalmente d'accordo sul fatto che parecchi valori di distorsione, specie in gamma bassa la cui sensibilità e selettività dell'udito è scarsa, vengono estremizzati troppo senza una stretta correlazione delle reali condizioni d'uso.
La distorsione ha molte sfaccettature, tra armonica d'intermodulazione ect...ect...ect...ect.....e ci sono valori che hanno anche la sua importanza.
Dunque l'intreccio è abbastanza complesso tra --tipo di brano musicale-- segmento di frequenza--- valore di SPL...e sensibilità del soggetto che ascolta.
Scientificamente esistono delle stime, ma non applicabili a tutti i segnali e tutti gli individui.
saluti, Tom

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 7051
Iscritto il: 25/11/2016, 12:37
Località: Agrigento

Re: Effetto della distorsione all'ascolto

#15 Messaggio da TomCapraro »

...per esempio anche sulla risposta in frequenza vi sono dei margini di percettibilità-

lo 0,1dB di differenza sullo spettro integrale di un brano musicale probabilmente non riesce a sentirlo nessuno al mondo, di contro se prendiamo un segmento di rumore rosa (2khz--4khz) e commutiamo velocemente molti vi riescono.
saluti, Tom

Avatar utente
Bergamotto
Messaggi: 1098
Iscritto il: 10/02/2017, 19:55

Re: Effetto della distorsione all'ascolto

#16 Messaggio da Bergamotto »

tom ma per la distorsione mi riporta da un altro link....quindi il software non analizza la distorsione ?

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 7051
Iscritto il: 25/11/2016, 12:37
Località: Agrigento

Re: Effetto della distorsione all'ascolto

#17 Messaggio da TomCapraro »

Bergamotto ha scritto: 27/05/2020, 16:04 tom ma per la distorsione mi riporta da un altro link....quindi il software non analizza la distorsione ?

Il link è questo https://deltaw.org/
L'altro software, (https://distortaudio.org/) è un simulatore di distorsione.

Il primo effettua tutto, dai null test fino alla DF meter.
E' possibile scovare moltissime cose nei segnali a confronto, tipo: il drift del clock, la differenza in ampiezza, la DC offset, la risposta in frequenza, la fase, la distorsione armonica, il ritardo di gruppo ect...
saluti, Tom

Avatar utente
Bergamotto
Messaggi: 1098
Iscritto il: 10/02/2017, 19:55

Re: Effetto della distorsione all'ascolto

#18 Messaggio da Bergamotto »

ma quindi il primo effettua anche la valutazione della distorsione ?
cioè se uso il primo non serve il secondo ?
cioè a livello di distorsione fanno le stesse cose entrambi ?

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 7051
Iscritto il: 25/11/2016, 12:37
Località: Agrigento

Re: Effetto della distorsione all'ascolto

#19 Messaggio da TomCapraro »

Bergamotto ha scritto: 27/05/2020, 16:20 ma quindi il primo effettua anche la valutazione della distorsione ?
cioè se uso il primo non serve il secondo ?
cioè a livello di distorsione fanno le stesse cose entrambi ?
Il secondo non misura nulla, non tenerlo in considerazione...è soltanto un simulatore della distorsione, ovvero: "costruisce" segnali distorti a tuo piacimento affinchè ne venga fissato il grado di percettibilità-

Il primo è un coltellino svizzero, e ha una precisione di analisi "assurda" visto che è capace di rilevare differenze anche nell'ordine di un paio di picosecondi.
saluti, Tom

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti