filtri a monte

Dedicato a chi si avvicina all'alta fedetà
(per i cavi c'è una sezione dedicata)
http://www.mariobon.com/Glossario/__Glossario.htm
Messaggio
Autore
otaner
Messaggi: 87
Iscritto il: 15/10/2019, 8:47

Re: filtri a monte

#11 Messaggio da otaner » 29/11/2019, 15:12

virman71 ha scritto:Arivel....
Se hai 2 amplificatori stereo e una scheda audio multichannel ti spiego il procedimento,innanzitutto scaricati JRiver 25
I filtri li ho fatti usando un vst host e i necessari plugin. Avrei comunque piacere nel capire come farli con jriver.
Grazie

Renato

Avatar utente
virman71
Messaggi: 355
Iscritto il: 27/11/2016, 17:19
Il mio Impianto: Diffusori Cerwin Vega xls15----Triamplificazione attiva composta da Finale Behringer A800(woofers),finale Crown XLS2502(mid),Finale Behringer A500 (tw).Crossover digitale by JRiver Mediacenter con correzione DRC.
Sorgente PC audio con alimentazione lineare e scheda audio E-MU 1820

Re: filtri a monte

#12 Messaggio da virman71 » 29/11/2019, 19:44

otaner ha scritto:
virman71 ha scritto:Arivel....
Se hai 2 amplificatori stereo e una scheda audio multichannel ti spiego il procedimento,innanzitutto scaricati JRiver 25
I filtri li ho fatti usando un vst host e i necessari plugin. Avrei comunque piacere nel capire come farli con jriver.
Grazie

Renato
Ok,se la procedura può interessare magari apro un thread apposito anche con i grafici per capirci meglio

otaner
Messaggi: 87
Iscritto il: 15/10/2019, 8:47

Re: filtri a monte

#13 Messaggio da otaner » 29/11/2019, 20:47

A me interessa; posso anche postare come è fatta la mia di configurazione.

Avatar utente
virman71
Messaggi: 355
Iscritto il: 27/11/2016, 17:19
Il mio Impianto: Diffusori Cerwin Vega xls15----Triamplificazione attiva composta da Finale Behringer A800(woofers),finale Crown XLS2502(mid),Finale Behringer A500 (tw).Crossover digitale by JRiver Mediacenter con correzione DRC.
Sorgente PC audio con alimentazione lineare e scheda audio E-MU 1820

Re: filtri a monte

#14 Messaggio da virman71 » 29/11/2019, 20:51

otaner ha scritto:A me interessa; posso anche postare come è fatta la mia di configurazione.
Si,magari,soprattutto sapere che VST hai usato,almeno la ho come alternativa...

otaner
Messaggi: 87
Iscritto il: 15/10/2019, 8:47

Re: filtri a monte

#15 Messaggio da otaner » 29/11/2019, 22:35

6 canali: 2 sub, vie alte e vie basse.
Questo è lo schema.
Immagine

arivel
Messaggi: 10
Iscritto il: 27/11/2019, 11:47

Re: filtri a monte

#16 Messaggio da arivel » 30/11/2019, 12:15

se invece di essere passivo è ad operazionali serve ancora il pre ?

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6199
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: filtri a monte

#17 Messaggio da MarioBon » 30/11/2019, 16:26

Dipende: se ci aggiungi un controllo di volume e un selettore di ingressi anche no.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

arivel
Messaggi: 10
Iscritto il: 27/11/2019, 11:47

Re: filtri a monte

#18 Messaggio da arivel » 30/11/2019, 19:23

se ci fosse un programma che trasforma un passivo gia preesistente in uno attivo a operazionali semplicemente inserendo i valori di induttanze resistori e condensatori sarebbe l' ideale .
in questo modo si può confrontare e sentire la differenza tra i due crossover che fan le stesse cose ma uno passivo dopo e l'altro attivo prima senza cambiare diffusori

arivel
Messaggi: 10
Iscritto il: 27/11/2019, 11:47

Re: filtri a monte

#19 Messaggio da arivel » 03/12/2019, 6:40

non ho fatto la domanda piu importante .
ne vale la pena ? cioè in termini di orecchie , si sente una importante differenza o si parla di sfumature ?

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 6199
Iscritto il: 24/11/2016, 12:13
Il mio Impianto: Opera/Unison - molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: filtri a monte

#20 Messaggio da MarioBon » 03/12/2019, 13:53

I filtri passivi hanno caratteristiche che dipendono dalla qualità dei componenti utilizzati, a volte basta cambiare un condensatore e sembra di aver cambiato gli altoparlanti.
I filtri attivi, che hanno un amplificatore per ogni via, producono molta meno intermodulazione di un sistema passivo.
Quindi il confronto non è facile perchè la multiaplificazione in ogni caso dà un vantaggo. Potendo scegliere, la multiamplificazione, con filtri attivi o passivi, dovrebbe comunque essere vantaggosa rispetto all'impiego di un solo amplificatore con un sistema di altoparlanti tutto passivo.
Detto questo torniamo la confronto tra un sistema multiamplificato con filtri passivi e con filtri attivi.
I filtri passivi soffrono della tolleranza dei component per cui è ben difficile farne due di uguali.
Con i flltri attivi, in particolare digitali, si realizzano filtri identici e con pendenze molto elevate.
Un sistema con filtri identici è sicuramente più preciso di un sistema con filtri "non identici" (come stabilitù della immagine stereo).
Alla fine la differenza dipende dalla selezione dei componenti del filtro passivo.
Per questo non mi sento di consigliare dei filtri passivi che devono impiegare induttanza da 1000mH con tolleranze elevate (10%) e nemmeno consiglierei di realizzare manulamente tali induttori. Ritengo infatti che l'elevata tolleranza dipenda dal nucleo in ferrite e non certo dal diverso numero di spire dell'avvolgimento. In nucleo in ferrite ad elevata permeabilità (come quello richesto per ottenere 1000 mH) soffre di isteresi e potrebbe avere una distorsione armonica anche bassa ma una intermodulazione elevata. Meglio gli induttori in aria o con nuclei a bassa permeabilità (come quelli usati nei "normali" filtri cross-over).
Per concludere non credo che le differenze si fermino a livello di sfumature e credo anche che valaga la pena puntare direttamente sulla soluzione più sicura: sistema multiamplificato con filtri digitali.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite