Hifi e High End

Dedicato a chi si avvicina all'alta fedetà
(per i cavi c'è una sezione dedicata)
http://www.mariobon.com/Glossario/__Glossario.htm
Rispondi
Messaggio
Autore
Carlo
Messaggi: 177
Iscritto il: 20/04/2019, 20:54
Il mio Impianto: sorgente PC
Dac project
Pre ARCAM FMJ C 49
Finale ARCAM FMJ P 49
Diffusori ProAc D48 response ribbon
cavi autocostruiti schermati

Hifi e High End

#1 Messaggio da Carlo » 13/02/2020, 16:45

Ma che vuol dire?
Che differenza passa per alta fedeltà e l'altro termine ?

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 6761
Iscritto il: 25/11/2016, 11:37
Località: Agrigento

Re: Hifi e High End

#2 Messaggio da TomCapraro » 13/02/2020, 20:21

Carlo ha scritto:Ma che vuol dire?
...boh :mrgreen:
saluti, Tom

ermes
Messaggi: 39
Iscritto il: 04/04/2018, 11:18

Re: Hifi e High End

#3 Messaggio da ermes » 13/02/2020, 20:46

High end costa di più però ti consente di postare molti più commenti che iniziano sempre con elogio delle proprie orecchie supersoniche e finiscono sempre con la domanda retorica: ma tu ce li hai i cavi da 5000 euro, no? E allora che vuoi capire? In sintesi l'high end ti consente di mostrare sempre meglio il tuo portafoglio supersonico

Avatar utente
Bluenote
Messaggi: 887
Iscritto il: 04/12/2016, 17:15

Re: Hifi e High End

#4 Messaggio da Bluenote » 13/02/2020, 22:08

Senza contare che un impianto hi-hend e' fondamentalmente rivelatore rispetto ad uno normale e può far apprezzare l'enorme differenza tra un fusibile di 20 cents ed uno da 600 euro.
Ciao
Maurizio

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 6761
Iscritto il: 25/11/2016, 11:37
Località: Agrigento

Re: Hifi e High End

#5 Messaggio da TomCapraro » 13/02/2020, 22:16

Scherzi a parte, parlando di effettive qualità all'ascolto...e aldilà del prezzo, se mi dovessero costringere a dare una spiegazione su quei due termini (almeno per come li fanno intendere) direi:

1) HiFi = un sistema che offrirebbe all'ascolto una spiccata gradevolezza, composto perlopiù da minidiffusori e/o piccole/medie torri e con una copertura della banda audio sufficiente a riprodurre dalla seconda ottava e mezzo in poi sufficientemente coinvolgente per la nostra percezione.
Qui non si porrebbero limiti su una buona ricostruzione scenica e scansione dei piani sonori.

2) "High End" = un sistema che offrirebbe all'ascolto una spiccata veridicità.
Per poterlo fare servono sistemi di altoparlanti con ottima estensione in frequenza, sin dalla prima ottava, quindi con spostamento volumetrico importante e con un ottimo rapporto SPL/distorsione, buone capacità di emissione e integrazione con l'ambiente circostante (quindi considererei anche l'aspetto acustico visto che un sistema del genere dentro un locale non curato lo potrebbe mortificare) in modo che si possa ottenere il massimo in termini di intelligibilità ed articolazione.
Insomma un impiantone dal suono immanente...anche se magari indicato per determinati strumenti che richiedono energia alle frequenze piu basse.

Anche un impianto ad alta fedeltà si potrebbe inserire "nel mezzo", ad esempio con l'aggiunta di un buon subwoofer e un passa alto sui satelliti.
saluti, Tom

Carlo
Messaggi: 177
Iscritto il: 20/04/2019, 20:54
Il mio Impianto: sorgente PC
Dac project
Pre ARCAM FMJ C 49
Finale ARCAM FMJ P 49
Diffusori ProAc D48 response ribbon
cavi autocostruiti schermati

Re: Hifi e High End

#6 Messaggio da Carlo » 17/02/2020, 12:39

Grazie per le risposte
E se si dovesse dare una spiegazione al termine raffinatezza ?
Il suono raffinato esiste ?

Avatar utente
Zapuan
Messaggi: 343
Iscritto il: 26/11/2016, 13:30

Re: Hifi e High End

#7 Messaggio da Zapuan » 17/02/2020, 13:00

Altroché, di solito significa una banda limitata a 70 Hz, una risposta pendente pesantemente verso il basso, con ondulazioni della risposta di max 10 db in più o meno, ma solo a bassi volumi che agli alti diventa suono da giostraio.
Hakuna matata a tutti

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 6761
Iscritto il: 25/11/2016, 11:37
Località: Agrigento

Re: Hifi e High End

#8 Messaggio da TomCapraro » 17/02/2020, 14:18

Carlo ha scritto:Grazie per le risposte
E se si dovesse dare una spiegazione al termine raffinatezza ?
Il suono raffinato esiste ?
Esistono piu che altro registrazioni apparentemente dal suono "raffinato", esistono registrazioni dal suono meno raffinato, esistono registrazioni dal suono "grezzo", esistono registrazioni dal suono verace....ect...ect...ect....ect....ect....ect...ect...

Cosa dovrà fare il nostro sistema ? estrarre il piu possibile dalla registrazione preservandone le peculiarità musicali senza introdurre troppe alterazioni.

Se la raffinatezza deve costringere l'impianto a suonare forzatamente in un certo modo la cosa si sposta poi nei gusti personali, e questi li posso anche condividere.

L'utente deve trovare un meritato appagamento musicale, fosse anche un suono "raffinato" ma falso.

Gusti, scelte e investimenti in denaro debbono essere fatti (e lasciati fare) in piena libertà.
saluti, Tom

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite