Fabrizio Calabrese e la distorsione

Affermazioni da non dimenticare. Più che postare commenti postate le affermazioni di FC che vi hanno colpito.
Regole del forum
Niente insulti e parolacce. A quelle ci pensa già il Sig. Fabrizio Calabrese.
Rispondi
Messaggio
Autore
Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 9091
Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Il mio Impianto: molto variabile: Amplificatore Audio Analog, Diffusori autocostruiti, lettore CD autocostruito.
Località: Venezia
Contatta:

Fabrizio Calabrese e la distorsione

#1 Messaggio da MarioBon »

in questo 3D
http://www.hifi-forumlibero.it/phpBB3/v ... f=5&t=9847
nel quale si parla di un sistema di altoparlanti daduecentomila euro, ad un certo punto il sig. Fabrizio Calabrese scrive:
Fabrizio Calabrese ha scritto:Rifletteteci: se misurate la distorsione (armonica) di un diffusore a 85-90-95 dB, noterete che questa aumenta al crescere del livello di prova, come peraltro perfettamente prevedibile. Solo in rari casi accade diversamente: ma questo è dovuto quasi sempre al fatto che la misura viene eseguita in ambiente, con possibile contaminazione appunto da parte del rumore presente al momento della misura. Solo in questo caso -infatti- si assiste ad una diminuzione della distorsione al crescere del livello di prova.
A parte il fatto che il sig. Fabrizio Calabrese esegue le sue misure di distorsione armonica in ambiente (dove ammette che potrebbero essere contaminate)
A parte il fatto che la distorsione armonica ha un significato molto relativo perchè quello che conta è la distorsione di intermodulazione con stimoli multitono.

Non è completamente vero che la distorsione armonica aumenta con il livello dello stimolo.
Molto spesso (e non raramente) si osserva che, al crescere dell'ampiezza dello stimolo aumenta la distorsione armonica del secondo ordine ma diminuisce quella di ordine superiore.
Si può osservare che la terza armonica aumenta meno e che la quarta e la quamta diminuiscono.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)
Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 9091
Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Il mio Impianto: molto variabile: Amplificatore Audio Analog, Diffusori autocostruiti, lettore CD autocostruito.
Località: Venezia
Contatta:

Re: Fabrizio Calabrese e la distorsione

#2 Messaggio da MarioBon »

l'esempio ce lo fornisce il sig. Fabrizio Calabrese nel 3D citato (a dimostrazione che non è un fenomeno raro se ci si fa caso)
Immagine
confrontando le misure di distorsione della Polk XT 30 a 90 e 95 dB si vede che la terza armonica non aumenta in tutte le bande di frequenza e che la distorsione di quarto ordine non solo non aumenta ma diminuisce sensibilmente tra 500 e 1000 Hz e tra 2kHz e 3kHz. Anche quella di quinto ordine scompare tra 150 e 400 Hz.
Questo conforma che non sempre la distorsione armonica aumenta con il livello almeno non tutti gli ordini (alcuni ordini diminuiscono).

Il fenomeno è noto e chi ha letto Audio Review in passato (quando venivano pubblicate le misure di distorsione armonica a 90 e 100 dB) se ne sarà accorto.

Va ribadito che la misura della distorsione armonica non è significativa (e potrei aggiungere a nessun livello) anche perchè è pesantemente sovrastimata (per come viene misurata).

Per fare una misura significatica di distorsione si dovrebbe utilizzare il segnale musicale. Se ciò non è possibile servono almeno tre passi:

- un test Rub&Buzz per verificare l'integrità del sistema
- un test di distorsione sub armonica (se è presente il sistema va scartato)
- un test di distorsione con stimolo multitono a larga banda (come la DID).

si veda viewtopic.php?p=38820#p38820
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti