... esiste un prima e un dopo?

ponete qui le vostre domande
(per i cavi c'è una sezione dedicata)
Messaggio
Autore
Interference
Messaggi: 301
Iscritto il: 24/04/2019, 17:28

... esiste un prima e un dopo?

#1 Messaggio da Interference »

Il titolo del thread è volutamente un po' ermetico, sperando di attirare l'attenzione ;) .

La domanda è, esistono alcuni traguardi nell'elettroacustica che hanno determinato un importante salto in avanti nelle prestazioni dei prodotti commercializzati da lì in poi?

Mi riferisco in particolare a questi due settori:
- costruzione degli altoparlanti (woofer e tweeter)
- amplificazioni in classe AB.

Esistono periodi "spartiacque" per i quali si può dire che ciò che è stato prodotto prima non poteva beneficiare di determinate innovazioni tecniche?

In cosa un altoparlante prodotto oggi rispetto a uno prodotto 10, 20, o 30 anni fa può essere migliore? Lo stesso vale per gli amplificatori... sicuramente i semiconduttori sono migliorati nel tempo, ma esiste uno spartiacque?

Escluderei dal topic i carichi acustici perché sono comunque una discriminante molto "caratterizzante" e visibile.
---

Sui DAC posso commentare io stesso: la "maturazione" è avvenuta tra il 2002 e il 2004 con l'introduzione dei primi "flagship" chip delta sigma, come l'AD1955, PCM1794 e CS4398. Da lì in poi è stata tutta "discesa" fino a raggiungere prestazioni ottime anche in dispositivi relativamente economici che oggi si possono acquistare.

Sulla classe D siamo ancora nel pieno del "progresso" quindi è presto per tirare le somme :)

Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 7125
Iscritto il: 25/11/2016, 12:37
Località: Agrigento

Re: ... esiste un prima e un dopo?

#2 Messaggio da TomCapraro »

Sono d'accordo sui DAC.
Vediamo cosa ne pensa Mario sugli altoparlanti...visto che ci lavora in modo diretto.
saluti, Tom

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 7184
Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Il mio Impianto: molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: ... esiste un prima e un dopo?

#3 Messaggio da MarioBon »

Amplificatori:
gli spartiacque sono due: invenzione del transistor e la succesiva invenzione del MOSFET. Oggi la potenza indistorta non è più un problema.
La classe D non è ancora al livello di una classa A o AB ma ci arriverà. Tra breve avremo amplificatori fedeli, potenti e con un rendimento maggiore dell'80% per di più a basso costo.

Altoparlanti:
la struttura dell'altoparlante dinamico è sempre la stessa. Sono cambiati i materiali.
La prima innovazione importante è stato il cono in polipropilene, poi sono venuti i coni in metallo a cominciare dall'alluminio per arrivare al magnesio ed al berillio, in ultimo il diamante per i tweeter.
I supporti delle bobine erano in carta o rame solforoso oggi sono in nomex, kevral o fiberglass e con avvolgimenti sui due lati.
Altra innovazione importante: i magneti in ferrite (al posto dell'AlNiCo) e poi il neodimio. La tenuta in potenza e il massimo SPL sono aumentati tanto da rendere non convenienti le trombe per le basse frequenze.
La distorsione è stata ridotta più di 10 volte.

Una parola a parte va spesa per i sistemi di correzione ambientale come DRC e Dirac che risolvono (a costi modesti se non gratuiti) l'interfaccia con l'ambiente.

Non entro nella questione LP/nastro contro CD perchè c'è di mezzo il gusto personale ma miglioramento tecnico portato dalle tecnoche digitali è fuori discussione.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Interference
Messaggi: 301
Iscritto il: 24/04/2019, 17:28

Re: ... esiste un prima e un dopo?

#4 Messaggio da Interference »

Grazie mille Mario!

È pur vero che nonostante le innovazioni nei materiali riguardo a membrane e gruppi magnetici ancora oggi molti midwoofer anche di ottimo livello usano "tradizionale" cono in carta e magnete in ferrite.

Viene naturale chiedersi: ma un altoparlante simile prodotto 30 anni fa aveva le stesse prestazioni?

Immagino oggi i driver si possano simulare molto più precisamente e le produzioni ottimizzare di conseguenza.

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 7184
Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Il mio Impianto: molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: ... esiste un prima e un dopo?

#5 Messaggio da MarioBon »

Anche i coni in carta sono migliotati sia come impasto (per esempio rinforzato con fibra di carbonio) sia per l'applicazione di materiali smorzanti. La ferrite è stata scoperta dalla Philips nel 1950 ed ha due proprietà importanti: costa poco e può essere lavorata a ciambella (ideale per gli altoparlanti). A suo sfavore c'è il peso.
Il cono in carta viene ancora adoperato per la sua leggerezza e rigidità e in questo sembra non avere alternative . La stessa forma del cono è stata scelta per dare maggiore rigidità alla carta. Dopo la carta viene il polipropilene. Il difetto della carta non trattata sta nei brek-up (uno verso i 700 Hz causato dall'effetto coincidenza è quasi sempre presente).
https://i.postimg.cc/hG2jqmJt/rotture-woofer.png
30 anni fa (1990) erano già disponibili altoparlanti con prestazioni di tutto rispetto (per esempio i Focal a doppia bobina o i Seas in polipropilene). Il loro difetto era lo spostamento Xmax limitato (tipicamente 3 mm).
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
Polin
Messaggi: 381
Iscritto il: 04/01/2017, 10:18
Località: Italia

Re: ... esiste un prima e un dopo?

#6 Messaggio da Polin »

E' interessante ricordare i diaframmi piatti honeycomb in alluminio di Technnics , il bextrene di Tannoy e Kef ,la fibra di vetro e di carbonio utilizzati da Siare!
Saluti

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 7184
Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Il mio Impianto: molto variabile
Località: Venezia
Contatta:

Re: ... esiste un prima e un dopo?

#7 Messaggio da MarioBon »

il bextrrene e polistirolo e polistirene (commercializzato con decine di nomi diversi)
http://www.mariobon.com/Glossario/___Ma ... xtrene.htm
La sua densità è poco superiore alla carta.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Avatar utente
Zapuan
Messaggi: 343
Iscritto il: 26/11/2016, 14:30

Re: ... esiste un prima e un dopo?

#8 Messaggio da Zapuan »

Oggi la classe D ben progettata e realizzata ha stra-surclassato la AB e qualunque altra. E considerando il costo è un enorme stravolgimento tenologico per l'utente medio.

Ma la vera innovazione totale è la correzione attiva. Un'evoluzione tecnologica che permette di trasformare qualunque buon impianto in un impianto hi-fi in qualunque ambiente, anche qui a costo basso, quindi per tutti.

Al confronto qualunque altra innovazione del passato ha avuto un effetto di ordini di grandezza ingeriore. Tranne forse le trombe.

Da ultimo è in corso una grandissima evoluzione culturale. Prima ci si informava sulle riviste e si diventava idiofili, oggi c'è internet e abbondanza di informazioni scientifiche e si può imparare l'elettroacustica.
Con un po' di volontà e passione si può capire cos'è veramente l'hi-fi.
Hakuna matata a tutti

Avatar utente
mario061
Messaggi: 909
Iscritto il: 02/12/2016, 17:46

Re: ... esiste un prima e un dopo?

#9 Messaggio da mario061 »

Secondo me le tolleranze di produzione sono molto migliorate. Oggi c'è una grande disponibilità di prodotti di alto livello, per l'autocostruttore, a prezzi abbordabili.

Ma quello che ha fatto un grande passo avanti sono le elettroniche digitali di controllo. Oggi esistono prodotti che una volta ci si poteva solo sognare, indipendentemente dal prezzo. Per un autocostruttore, oggi è molto più facile ed economico mettere insieme un impianto di ottimo livello. Di questi tempi, per un autocostruttore, l'hi fi è diventato un parco giochi (al contrario di quello che sostiene chi ha interesse a far credere che sia il contrario).

La qualità media dei prodotti è cresciuta in relazione al prezzo di vendita, tranne i prodotti di elite, ma in quel caso il prezzo fa parte dell'esclusività del prodotto ( io me lo posso comprare, tu no...)

Avatar utente
TeoMarini
Messaggi: 830
Iscritto il: 25/01/2017, 17:16
Località: Roma

Re: ... esiste un prima e un dopo?

#10 Messaggio da TeoMarini »

Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità.
Disonesto chi cambia la verità per accordarla al proprio pensiero.

Proverbio Arabo

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite