Fase minima e ritardo di gruppo

ho questo problema...questa è la soluzione
DRC, equalizzazione attiva e passiva
Messaggio
Autore
Avatar utente
TomCapraro
Amministratore del forum
Messaggi: 7456
Iscritto il: 25/11/2016, 12:37
Località: Agrigento

Re: Fase minima e ritardo di gruppo

#21 Messaggio da TomCapraro »

paolo.pasinetti ha scritto: 20/06/2022, 17:21
2) il fatto che allargo la distanza tra i diffusori, provoca delle controindicazioni in termini di "scena" acustica?
Dipende dalla formazione "del triangolo" in termini di distanze tra i diffusori e il punto ascolto.
Se la distanza tra i diffusori risultasse (troppa) maggiore del punto ascolto si potrebbe formare un "buco al centro" con una diminuzione della focalizzazione.
Se accadesse questo potrai sempre avanzarli leggermente in modo da stringerli appena davanti il mobile...oppure arretrando il punto ascolto in modo da recuperare i cm persi.
saluti, Tom

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 8074
Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Il mio Impianto: molto variabile: Amplificatore Audio Analog, Diffusori autocostruiti, lettore CD autocostruito.
Località: Venezia
Contatta:

Re: Fase minima e ritardo di gruppo

#22 Messaggio da MarioBon »

Immagine
stando vicino ai diffusori si possono discriminare un maggior numero di sorgenti virtuali (una ogni 6 gradi circa).
Quindi una buona condizione è aumentare quanto possibile la distanza tra i diffusori e avvicinare il punto di ascolto.
A questo punto si regola l'inclinazione degli altoparlanti verso il punto di ascolto per eliminare l'eventuale "buco al centro" e regolare il livello delle frequenze alte (più direttive). In questo modo le riflessioni sulle pareti laterali diminuiscono.
L'ideale sarebbe che gli altoparlanti di incrociassero una spanna davanti al naso dell'alscoltatore per accentuare il senso di profondità (televisore permettendo)
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

paolo.pasinetti
Messaggi: 476
Iscritto il: 26/09/2019, 22:30
Il mio Impianto: Ampli autocostruito basato su moduli M50SE
Diffusori 3 vie autocostruiti
Sub 12" dayton audio autocostruito
Mini DSP 2X4 HD
Località: Calvenzano

Re: Fase minima e ritardo di gruppo

#23 Messaggio da paolo.pasinetti »

MarioBon ha scritto: 22/06/2022, 16:31 Immagine
stando vicino ai diffusori si possono discriminare un maggior numero di sorgenti virtuali (una ogni 6 gradi circa).
Quindi una buona condizione è aumentare quanto possibile la distanza tra i diffusori e avvicinare il punto di ascolto.
A questo punto si regola l'inclinazione degli altoparlanti verso il punto di ascolto per eliminare l'eventuale "buco al centro" e regolare il livello delle frequenze alte (più direttive). In questo modo le riflessioni sulle pareti laterali diminuiscono.
L'ideale sarebbe che gli altoparlanti di incrociassero una spanna davanti al naso dell'alscoltatore per accentuare il senso di profondità (televisore permettendo)
Grazie Mario,
quindi in generale a parità di distanza di ascolto, allargando i diffusori, guadagno nella discriminazione di sorgenti virtuali? C'è un limite nel rapporto distanza di ascolto e distanza diffusori? cioè di quanto si può "schiacciare" il triangolo?
Immagine
a questo punto posizionando i satelliti sopra i sub e allargando i diffusori dovrei percepire più sorgenti virtuali. Proverò ad avvicinare i sub leggermente tirandoli fuori dal mobile ed inclinandoli insieme ai satelliti.
Oggi ho i diffusori "puntati" una spanna dietro la testa. Cosa cambia rispetto a puntarli una spanna davanti?
Il televisore quindi deve stare più arretrato possibile rispetto ai diffusori?

Avatar utente
MarioBon
Amministratore del forum
Messaggi: 8074
Iscritto il: 24/11/2016, 13:13
Il mio Impianto: molto variabile: Amplificatore Audio Analog, Diffusori autocostruiti, lettore CD autocostruito.
Località: Venezia
Contatta:

Re: Fase minima e ritardo di gruppo

#24 Messaggio da MarioBon »

Le figure che ho allegato parlano chiaro.
Il televisore deve essere arretrato rispetto ai satelliti (e allargando i satelliti è più facile)

Il resto dipende dai gusti personali ed in generale non ci sono limiti da rispettare. Una buona parte del risultato dipende dal genere musicale e anche dal rumore ambientale. Sono comunque prove che si fanno a costo zero.
Mario Bon http://www.mariobon.com
"Con delizia banchettiamo con coloro che volevano assoggettarci" (Adams Family)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti